DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / Servizi / Servizi - Anagrafe e stato civile / carta di identità

Carta d'identità - CIE

La carta d'identità elettronica - CIE si fa agli sportelli polifunzionali Quic SOLO SU APPUNTAMENTO.

Con la circolare 14/2020 è stata disposta una ulteriore proroga alla validità delle carte d'identità: le carte d'identità scadute dal 31 gennaio 2020 resteranno valide fino al 30 aprile 2021. La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

 


Da settembre 2016 la carta d'identità è emessa con le modalità indicate dalla Circolare Ministeriale n. 10/2016,  solo in formato elettronico CIE.


Cie fronte

Cie retro

Su ciascuna CIE è riportato un numero di serie stampato sul fronte in alto a destra ed avente il seguente formato: 2 lettere – 5 numeri – 2 lettere (ad esempio CA00000AA). Tale numero è il Numero Unico Nazionale.

(1) Indica la presenza di un microchip contactless conforme alla normativa internazionale di riferimento per i documenti di viaggio elettronici, come il passaporto
(2) Codice numerico utilizzato dalle autorità di controllo per la lettura dei dati memorizzati nel microchip
(3) Permette di leggere, decodificare e verificare in automatico, con strumenti a lettura ottica (OCR), le informazioni contenute nel documento
(4) Codice fiscale leggibile mediante uno scanner ottico


Maggiori informazioni sulle caratteristiche della CIE su  https://www.cartaidentita.interno.gov.it/caratteristiche-del-documento/

 


 

Come richiederla
Occorre fissare un appuntamento

  • telefonando ai numeri 0523 492 492 attivo da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13 (si raccomanda di premunirsi di carta e penna per annotare data, ora e codice di appuntamento)
  • online

    (NB: dopo aver inserito il tuo indirizzo di posta elettronica e la data/orario preferiti,  riceverai una mail con un link da cliccare entro 24 ore per confermare la prenotazione e ricevere il codice e l'orario dell'appuntamento.)



Dopo aver fissato l’appuntamento occorre recarsi agli sportelli polifunzionali Quic in viale Beverora, 57 con:

  • la carta d'identità scaduta (o la fotocopia della denuncia di smarrimento/furto) e un altro documento (es. patente o passaporto). In alcuni casi può essere richiesta la presenza di due testimoni.
  • una fototessera recente


Se la richiesta è fatta per un minorenne:

  • deve essere presente il minore e almeno un genitore,
  • occorre consegnare l'apposito modulo (disponibile a fondo pagina) firmato dai genitori e corredato della fotocopia del documento d'identità del genitore non presente
  • una fototessera



Costo
22,20 €   da pagare all’atto della richiesta


Tempi
La consegna del documento non è immediata;  la CIE è consegnata entro circa 6 giorni (festivi compresi) dalla data di emissione. 
La carta viene consegnata all'indirizzo scelto SOLO al diretto interessato o al delegato al ritiro, se il cittadino non è presente il giorno dopo viene fatto un secondo tentativo di consegna.
Sulla ricevuta consegnata al cittadino al termine della procedura di inserimento dei dati è presente il numero di raccomandata al fine di visualizzare sul sito di Nexive (www.nexive.it) il tracciato di destinazione della CIE.



Scadenza
La carta d'identità dura dieci anni e scade nel giorno del compleanno (per i minori fino a 3 anni dura 3 anni; da 3 a 17 anni dura 5 anni).
E' possibile rifare il documento nei 6 mesi precedenti la scadenza.
La variazione di residenza non è un motivo per rifare il documento.



Donazione di organi e tessuti
All’atto della emissione della carta di identità è possibile esprimere la propria volontà riguardo alla donazione di organi e tessuti (approfondimenti a fondo pagina).

(*) Casi particolari
La nuova CIE si fa anche per  persone allettate o impossibilitate a recarsi in ufficio.
Il documento cartaceo (per il quale occorrono 3 foto) viene fatto solo per:

  • casi di urgenza documentata
  • cittadini iscritti all'AIRE (non occorre l'appuntamento e devono presentare il passaporto valido).
  • cittadini che chiedono l'emissione della carta d'identità con nulla osta del comune di residenza (modulistica disponibile in fondo alla pagina).
  • cittadino straniero extracomunitario, rifugiato, richiedente asilo

 


 

Per saperne di più sulla CIE: https://www.cartaidentita.interno.gov.it/


 

Febbraio 2018 - CIE DIFETTOSE >>> Istruzioni per la sostituzione
Alcune CIE valide per l’espatrio emesse tra ottobre 2017 e febbraio 2018 presentano un difetto nel chip. Come e quando sostituirle.

 


Normativa:
R.D. n. 773 del 18.6.1931 Approvazione del TULPS
R. D. n. 635 del 06.05.1940  Approvazione del Reg. per l'esecuzione del T.U. 19.6.31, n. 773 delle Leggi di P.S.·
D.P.R. n. 1656 del 30.12.1965 Norme sulla circolazione e soggiorno dei cittadini degli Stati membri della CEE·
D.P.R. n. 649 del 6.8.1974 Disciplina dell'uso della carta d'identità e degli altri documenti equipollenti al passaporto ai fini dell'espatrio·
D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 T.U. delle disposizioni legisl. e regolam. in materia di documentazione amministrativa
D.L. n. 112 del 25.06.2008 Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione Tributaria.
Circolare Ministeriale n. 10/2016.
Circolare Ministeriale n. 8 /2017

 

04/02/2021 - 06/03/2017

Tutti i servizi


Da febbraio 2021 gran parte delle pratiche comunali si fanno solo online, accedendo con Spid o con CNS.
👉 Scopri i nuovi servizi online

👉 chiedi subito spid, è facile e gratuito!

Per i cittadini che non hanno la possibilità o i requisiti per ottenere le credenziali SPID o la Carta d'identità elettronica – persone soggette a tutela, curatela o amministrazione di sostegno e persone di nazionalità extracomunitaria con permesso di soggiorno, non in possesso di un documento di identità rilasciato in Italia – sarà comunque garantito l'accesso ai servizi con i moduli cartacei. I cittadini in questione potranno per il momento continuare a presentare le proprie pratiche cartacee, previo appuntamento, agli sportelli Quic.  Anche nel caso di pratiche di carattere sociale – quali quelle per l'accesso agli alloggi Erp – verrà per il momento mantenuta la modulistica tradizionale.