Acconciatori, estetiste, tatuaggio e piercing

Servizio attivo

Ultima modifica 26 febbraio 2024

Informazioni su pratiche - che si effettuano solo online - e orari.

Municipium

A chi è rivolto

A coloro che intendono avviare, modificare, trasferire ecc. l'attività di acconciatore, estetista, tatuaggio e piercing.

 

Municipium

Descrizione

L’attività di acconciatore “comprende tutti i trattamenti e i servizi volti a modificare,migliorare, mantenere e proteggere l'aspetto estetico dei capelli, ivi compresi i trattamenti tricologici complementari, che non implicano prestazioni di carattere medico, curativo o sanitario, nonché il taglio e il trattamento estetico della barba, e ogni altro servizio inerente o complementare”. L’attività può essere svolta anche presso il domicilio dell’esercente o del cliente, nel rispetto dei criteri stabiliti dalle leggi e dai regolamenti, mentre “non è ammesso lo svolgimento dell'attività di acconciatore in forma ambulante o di posteggio”.

L’attività di estetista comprende “tutte le prestazioni ed i trattamenti eseguiti sulla superficie del corpo umano il cui scopo esclusivo o prevalente sia quello di mantenerlo in perfette condizioni, di migliorarne e proteggerne l'aspetto estetico, modificandolo attraverso l'eliminazione o l'attenuazione degli inestetismi presenti”. Lo svolgimento dell’attività può avvenire: con l'attuazione di tecniche manuali; con l'applicazione di prodotti cosmetici; con l'utilizzazione degli apparecchi elettromeccanici per uso estetico elencati in allegato alla legge n. 1/1990. Anche l'attività di estetista può essere svolta presso il domicilio dell'esercente ovvero presso apposita sede designata dal committente nel rispetto dei requisiti igienico sanitari previsti dal regolamento comunale, mentre “non è ammesso lo svolgimento dell'attività informa ambulante o di posteggio”.

L’attività di Piercing (“forare”) consiste nell’applicazione di anelli metallici o altri oggetti in varie parti del corpo, attraverso interventi professionalmente idonei e non lesivi alla salute della persona.

L’attività di Tatuaggio consiste nell’inserimento di sostanze chimiche di diverso colore nel derma, con lo scopo di creare un effetto decorativo permanente sulla pelle.

Municipium

Come fare

Le istanze e le comunicazioni possono essere presentate direttamente dal titolare dell’impresa individuale e/o dal legale rappresentante della società.
In alternativa, se il soggetto non è in possesso della firma digitale per sottoscrivere le istanze, può avvalersi di un procuratore speciale per l’invio della stessa che, in base a delega/procura si occuperà dell’invio in maniera telematica in nome e per conto del titolare/legale rappresentante. 

L'ISTANZA deve essere presentata tramite Piattaforma Regionale Accesso Unitario

Municipium

Cosa serve

In caso di nuova apertura, trasferimento di sede, affitto di cabina/poltrona è necessario presentare una SCIA al Comune di riferimento. In caso di subingresso, sospensione temporanea dell'attività, variazione responsabile tecnico, nomina ulteriore responsabile tecnico, cessazione definitiva è necessario presentare una COMUNICAZIONE.

Municipium

Cosa si ottiene

La SCIA e la COMUNICAZIONE sono immediatamante efficaci.

Municipium

Tempi e scadenze

La SCIA e la COMUNICAZIONE sono immediatamante efficaci.

Municipium

Accedi al servizio

Canale fisico:

Municipium

Costi


Al momento della presentazione di una pratica per le attività Economiche, attraverso il portale Accesso Unitario, sarà obbligatorio allegare la ricevuta di pagamento dei diritti d'istruttoria specificando nella causale la tipologia dell'istanza che si intende presentare.

>> tariffario diritti d'istruttoria 

Tali pagamenti si effettuano dal sistema comunale di pagamento PagoPa accedendo: https://pagopa.comune.piacenza.it/portal/servizi/pagamenti/nuovo_modello_online/5
Si chiede di inoltrare copia della ricevuta di pagamento come allegato libero all'istanza oppure di inviarla tramite pec a SUAP@CERT.COMUNE.PIACENZA.IT

Municipium

Condizioni di servizio

Condizioni di servizio
Municipium

Contatti

Municipium

Più informazioni su

Orari

(estratto dal testo dell'ordinanza n.411 del 08/10/2014)

L'Ordinanza 411/2014 dispone:

Chiusure festive:
1 gennaio - 6 gennaio - 25 aprile - 1 maggio - 2 giugno - 15 agosto - 1 novembre - 8 dicembre - 25 dicembre - 26 dicembre

Orari e giorni di apertura orario settimanale Apertura tutti i giorni, non prima delle ore 8,00 e chiusura non oltre le ore 22,00, al fine di garantire un servizio migliore alle diverse esigenze della clientela; è consentito un margine di tolleranza di 30 minuti sull’orario stabilito per la chiusura, a saracinesca abbassata ed unicamente allo scopo di ultimare eventuali prestazioni ancora in corso; non è consentito superare la fascia oraria complessiva di 12 ore giornaliere. all’interno della fascia oraria sopra indicata l’esercente potrà scegliere l’orario più funzionale di apertura e chiusura dell’esercizio, nel rispetto della vigente normativa contrattuale di lavoro; l’apertura nelle giornate domenicali è sempre consentita ai singoli operatori per soddisfare particolari esigenze espresse dalla loro clientela che abbia necessità di fruire, nella medesima giornata, dei servizi alla persona offerta dagli operatori medesimi.


L'obbligo di chiusura in relazione alle festività sopra elencate, e l’obbligo di rispetto degli orari di apertura e chiusura stabiliti dall’operatore possono essere sospesi in occasione delle feste di strada, notti bianche o eventi simili di promozione del territorio organizzati da comitati di via, associazioni ecc. anche in collaborazione con il Comune di Piacenza che coinvolgano le altre attività economiche quali esercizi commerciali e pubblici esercizi.

All’interno dei centri commerciali di rilevante entità, così individuati:
- Centri commerciali configurabili come dimensione a grandi strutture di vendita (superiori a 2.500 mq);
- Gallerie e centri commerciali di vicinato con dimensioni globali superiori a mq. 2.500;
gli acconciatori, gli estetisti, i tatuatori e i piercing possono praticare lo stesso orario e gli stessi giorni di apertura al pubblico adottati da tali Centri nel rispetto delle vigenti norme;
L’obbligo di esporre, in modo ben visibile al pubblico: all’interno del locale, la tabella delle tariffe praticate per le diverse prestazioni professionali; all’esterno del locale, il cartello contenente gli orari di apertura e chiusura dell’esercizio

I suddetti orari saranno osservati con decorrenza dal 1 novembre 2014 fino a diversa disposizione.

Normativa di riferimento:
L. 40/2007; L. 241/1990; L. 161/1963; L. 174/2005; L. 443/1985; Regolamento comunale per l'attività di acconciatore, estetista, tatuaggio e piercing adottato dal  C.C. con deliberazione n. 157 del 3/11/2008

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot