Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / "piacere, Piacenza"

lacitta

La città

“Piacenza è terra di passo” scriveva Leonardo Da Vinci nel Codice Atlantico. Per sua stessa collocazione, al crocevia tra quattro regioni, è, infatti, la porta dell’Emilia, fondata sulle rive del Po e racchiusa nell’abbraccio delle colline e delle montagne dell’Appennino.Colonia Romana, poi importante centro medievale, fu da sempre una sosta ideale nel passaggio di principi e pellegrini, crociati e templari, commercianti e artisti che qui lasciarono il segno.  “Segnori vu sie tuti gi benvegnù e zascaun chi che vera sera ben vegnu e ben recevu” (Signori voi siete tutti benvenuti e chiunque verrà sarà benvenuto e ben accolto) recita la “Targa del benvegnù” (targa del benvenuto), formella che testimonia una vocazione all’ospitalità che è parte del suo Dna. Anche se all’apparenza riservata, infatti, la città nasconde un cuore tutto da scoprire. Piacenza val bene una sosta, dunque, e i motivi sono tanti.
la storia della città - cosa vedere - come arrivare - dove dormire - dove mangiare
.

Itinerari

Itinerari

Ci sono tanti modi per visitare una città, differenti chiavi di lettura per interpretare le strade, le piazze, i palazzi, i monumenti. Anche a Piacenza i luoghi possono essere scoperti, ad esempio, secondo la sua storia o in base ai personaggi che l’hanno vissuta o ancora attraverso ciò che può offrire. Ecco allora alcuni possibili percorsi, suggeriti senza la pretesa di essere gli unici, né definitivi, ma con l’intento di offrire un assaggio di ciò che è Piacenza.



Piacenza medioevalela via Francigena a Piacenza - Piacenza rinascimentale - Piacenza tra Seicento e Settecento - Piacenza tra Ottocento e Novecento - Piacenza e Giuseppe VerdiPiacenza città dei musei - Piacenza città dei teatri

enogastronomia

Enogastronomia

Anche il palato vuole la sua parte e a Piacenza i modi per soddisfarlo sono più di quanti si possa immaginare. Non a caso il territorio è noto per il buon cibo e il buon vino fin dai tempi antichi. Salumi, formaggi, vino e cucina fecero bella mostra di sé per esempio nel XVIII secolo alla corte del re di Spagna Filippo V, sposo di Elisabetta Farnese, e ancora oggi sono la delizia dei gastronauti che non possono mancare di degustare le nostre specialità. Quale miglior souvenir del Piacentino che uno o più dei nostri prodotti enogastronomici per portarsi a casa un pezzetto di territorio?


ricettevinisalumiformaggi - dove mangiare
.

il fiume Po

Il fiume Po

I turisti che visitano Piacenza hanno la possibilità di conoscere la città ed i suoi dintorni da una prospettiva diversa, quella del fiume Po nella tratta navigabile tra Piacenza e Cremona. Non solo castelli o paesi rivieraschi, non solo filari di pioppi lungo gli argini e nemmeno un veloce assaggio di una pietanza insolita, ma un lento ed equilibrato immergersi in un insieme di tutto questo a bordo di un battello. Si viaggia lungo il corso del Po per catturare paesaggi e panorami dimenticati, per conoscere la geografia, il patrimonio avifaunistico e botanico del suo bacino. I luoghi che man mano si incontrano sono anche ricchi di curiosità e di aneddoti legati alla lunga storia dei popoli che da millenni abitano lungo le rive.

navigazione Piacenza motonave CalpurniaPo di Lombarda: navigazione fluviale Lodi  Piacenza - visit Po River: itinerari di navigazione lungo il Po

Fuori porta

Fuori porta

“Fuori porta” il territorio piacentino si schiude allo sguardo offrendo un paesaggio variegato in un alternarsi di pianura, collina e montagna. Dalla Val Tidone e dalle sue dolci colline segnate dalle viti, alla Val Trebbia verdeggiante e stretta nel suo alternarsi di meandri del fiume, dalla Val Nure con le sue cime che si innalzano in un susseguirsi di speroni rocciosi, laghetti, prati e boschi, alla Val d’Arda che si apre con tracce ben conservate del mare preistorico che un tempo in parte la ricopriva. Senza dimenticare il Po e la Bassa Piacentina, una terra traversa, dominata dai ritmi di piena e di secca del Grande Fiume. Natura, città d’arte (Bobbio, Castell’Arquato, Grazzano Visconti e Vigoleno), castelli, sport e sapori. C’è proprio tutto per vivere un soggiorno a Piacenza.
sito ufficiale di informazione turistica della provincia di Piacenza - associazione castelli del Ducato di Parma e Piacenza - strada dei vini e sapori dei colli piacentini - strada del Po e dei sapori della bassa piacentinaAppennino piacentino
RSS icon RSS feed Eventi
Dal 18 ottobre al 28 novembre sei mostre d’arte contemporanea di artisti nazionali e internazionali, e tre spettacoli teatrali di attori, autori e registi italiani. Gli eventi, a ingresso libero, si svolgeranno presso la sede degli Amici dell'Arte in via San Siro.

"La Grande Guerra nella memoria collettiva" sarà il titolo, nella nostra città, della XI Giornata nazionale di Trekking Urbano, in programma il 31 ottobre. Il ritrovo è alle 15 nel cortile di Palazzo Gotico.

Per il settantesimo anniversario della Resistenza un'applicazione informatica conteniene percorsi interattivi su mappe dedicati ad alcuni itinerari della Memoria nelle città capoluogo della Regione.

Da sabato 20 settembre presso la cripta della Chiesa di San Sisto mostra documentaria dedicata alla "Madonna Sistina" di Raffaello, realizzata nel 1513 proprio per la chiesa piacentina e ora conservata alla Genmaldegalerie di Dresda.

IMApp è una tecnologia (integrabile con qualsiasi App per smartphone e tablet) che consente al visitatore di un museo di ricevere informazioni testuali, contenuti audio/video e animazioni 3D. Martedì 16 settembre la presentazione.

Ogni prima domenica del mese, a partire dal 7 settembre, sarà possibile visitare i musei civici cittadini senza pagare il costo del biglietto, nei consueti orari di apertura.

Lirica, concerti, prosa e balletto, nella stagione 2014-2015 nuovi allestimenti, sei titoli d'opera, cinque balletti, numerosi concerti, drammaturgia contemporanea e progetti speciali pensati appositamente per l'appuntamento di Expo 2015.

Per informazioni
Collegamenti

Piacere, Piacenza è parte del sito del Comune di Piacenza www.comune.piacenza.it

Share |