DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / Temi / Tributi imposte canoni / Tari - tassa sui rifiuti

Tari - tariffa rifiuti

Il 30 settembre 2020 scade la prima rata TARI 2020. La Tari è dovuta da chi a qualsiasi titolo possiede o detiene locali e aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti urbani nel territorio comunale.

Il 30 settembre 2020 scade la prima rata TARI 2020.

Con delibera di Giunta Comunale n. 105 del 12/06/2020 la scadenza della 1^ rata TARI 2020 è

stata ulteriormente differita al 30 settembre 2020

Con delibera di Giunta Comunale n. 105 del 12/06/2020 la scadenza della 1^ rata TARI 2020 è stata ulteriormente differita al 30 settembre 2020.
Si tratta di un’ulteriore proroga di termini dopo che la Giunta, con propria decisione, aveva già stabilito lo slittamento della data di pagamento dal 30 aprile al 30 giugno

Disponibile l'Informativa TARI 2020

Tariffe
Il Comune di Piacenza non ha ancora approvato le tariffe TARI 2020, pertanto l’importo della rata di acconto con scadenza al 30 settembre 2020 sarà determinato sulla base delle tariffe in vigore nell’anno 2019. L'eventuale versamento a conguaglio sarà effettuato con la rata successiva alla determinazione delle tariffe stabilite per l’anno 2020
La riscossione della TARI è gestita, per conto del Comune di Piacenza, dalla società IREN Ambiente spa.

Ufficio di riferimento:

Ufficio TARI - Sportello clienti Iren - via Sopramuro 15 - Piacenza.

IREN Ambiente spa invia l’avviso di pagamento e il modello F24 precompilato.


Chi deve pagare

Chi a qualsiasi titolo possiede o detiene locali e aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti urbani nel territorio comunale.

In particolare:
• Utenze domestiche

È tenuto al pagamento l’intestatario della scheda di famiglia anagrafica o colui che ha sottoscritto la dichiarazione iniziale o i componenti del nucleo famigliare o altri detentori.
Da giugno 2014, chi chiede il cambio di residenza dovrà presentare anche il modulo TARI, consegnandolo direttamente al Quic insieme ai moduli del cambio di residenza.
Al fine di verificare l'esattezza dei dati, occorre consegnare anche la fotocopia del codice fiscale dell'intestatario.

•Utenze non domestiche
È tenuto a pagare il titolare dell’attività o il legale rappresentante della persona giuridica o il presidente degli enti ed associazioni prive di personalità giuridica

Emergenza sanitaria Coronavirus

Modifiche all'operatività degli uffici e ad altre attività e scadenze a causa dell'emergenza sanitaria.
> maggiori informazioni