DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Stati generali della ricerca Piacenza

Ricerca veloce
Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / Argomenti / Territorio / Nuovo ospedale

Presentato il progetto per il nuovo ospedale

Primo in Italia pensato dopo la pandemia: ecosostenibile, comfort, flessibilità nella risposta di cura.

20 Luglio 2021


Un edificio centrale e sei torri: un ospedale che richiama il disegno radiale delle valli appenniniche e quello cartesiano della città, nel quale saranno potenziate e riorganizzate tutte le attività sanitarie attualmente presenti al Guglielmo da Saliceto. Il volto del nuovo ospedale di Piacenza è stato presentato nell’ex chiesa del Carmine di Piacenza alla presenza delle massime autorità locali e regionali.
Lo studio di fattibilità ha raccolto la lezione della pandemia e ha orientato le scelte dei tecnici (Società di progettazione Policreo di Parma) verso una struttura ad altissima innovazione, adeguata alle più moderne esigenze della sanità, soprattutto flessibile, che consentirà di ampliare il numero di posti letto in caso di necessità, com’è stata appunto la diffusione del virus Sars-CoV-2.
Il nuovo ospedale di Piacenza è il primo presidio ospedaliero in Italia a essere progettato secondo questa nuova logica, che permetterà di incrementare fino al 16% i posti letto disponibili in caso di bisogno, arrivando a garantirne fino a 601. Grande attenzione, nel progetto, è stata riservata anche al comfort degli utenti (una stanza su tre sarà a un solo letto; gli spazi comuni, gli accessi e i percorsi saranno tutti orientati alla sicurezza, all’accoglienza e al benessere di pazienti e accompagnatori) e del personale sanitario.
Nel complesso ospedaliero, che si svilupperà su una superficie complessiva di 272.000 mq, troveranno spazio non solo una nuova pista per l’atterraggio dell’elisoccorso, ma anche elementi di attenzione all’utenza e al personale interno: grandi spazi verdi, strade di collegamento, un percorso ciclo pedonale, aree attrezzate per la sosta e 1200 parcheggi.

I contenuti del nuovo ospedale
I contenuti del nuovo ospedale ricalcano e potenziano quelli presenti nell’attuale: tutte le funzioni troveranno miglior collocazione, attraverso la disponibilità di spazi più razionali e la valorizzazione e il potenziamento delle principali aree:
- l’area interventistica con 14 sale operatorie, un blocco endoscopico con 10 sale, 8 sale parto e 4 sale di interventistica cardiologica e di emodinamica. Il progetto prevede anche il potenziamento dell’area day surgery, della chirurgia di emergenza urgenza, e della chirurgia specialistica.
- il blocco tecnologico, con il potenziamento della medicina nucleare, della radiologia e della radioterapia
- l’area degenze: il 35% delle stanze sarà a un posto letto, con la possibilità di inserirne un secondo per l’accompagnatore o di raddoppiare la ricettività in caso di bisogno (per esempio, per picchi pandemici)
- l’area dell’emergenza urgenza, con il potenziamento del Pronto soccorso e dell’area dedicata alle terapie intensive e semintensive
- l’area materno infantile, con la valorizzazione e il potenziamento della patologia neonatale e dell’assistenza ostetrico-ginecologica e pediatrica
- l’area oncologica
- l’area di specialistica medica di secondo livello.
La costruzione della nuova struttura cancellerà le pesanti diseconomie derivanti dall’organizzazione a padiglioni, ormai superata ma ancora presente al Guglielmo da Saliceto, e consentirà di investire in tecnologia e competenze.

Alcuni dati
- superficie complessiva dell’intervento: 272.000 mq
superficie dell’ospedale mq 115.307
- posti letto
497 posti letto
32 posti letto tecnici
72 posti letto flessibilità
601 posti letto totali
- superfice verde 84.600
- posti auto: da 1200 a 1500 (spazi ulteriori potranno essere aggiunti dalla conversione di stalli inizialmente trattati con elementi vegetali)
- punti di ricarica per vetture elettriche
- servizio di bike sharing e parcheggio bici
- itinerario ciclabile di 1.455 m
- 3 fermate autobus
- 2 aree attrezzate lungo il boulevard alberato
- 1.400 alberi piantumati
- 35.600 kg/anno di assorbimento di CO2
- area attrezzata per l’atterraggio dell’elisoccorso

>>> Guarda i dettagli nelle slide di presentazione del progetto

 



Luglio 2021

Il Consiglio Comunale approva la variante specifica al PSC vigente per la realizzazione del nuovo ospedale con delibera n. 30/2021. > tutti i documenti su Amministrazione Trasparente

 

 



Marzo 2021

Il Consiglio Comunale approva le controdeduzioni alle osservazioni e l'accoglimento delle riserve alla variante al PSC con delibera n. 7/2021. > tutti i documenti su Amministrazione Trasparente

 



Maggio 2020

Il Consiglio Comunale ha adottato la variante specifica al PSC vigente per la realizzazione del nuovo ospedale con delibera n. 13/2020. > tutti i documenti su Amministrazione Trasparente



Ottobre 2019

La Giunta Comunale dà il via alla procedura di variante relativa all'area prescelta al fine di conferirle la conformità urbanistica con Delibera n. 369/2019.
In particolare approva il Documento preliminare per la redazione della variante specifica al PSC vigente per la realizzazione del nuovo ospedale, ai sensi dell'art. 32 l.r. 20/2000 e s.m.i.
> tutti i documenti su Amministrazione Trasparente

Nuovo passo in avanti per il nuovo ospedale di Piacenza, grazie all’approvazione in Giunta del Documento Preliminare per la redazione della variante specifica al Psc, comprendente il documento di Valsat/Vas e la Relazione geologica-sismica. L’iter prevede ora la convocazione, da parte del Sindaco, di “apposita Conferenza di Pianificazione”, “per l’esame congiunto del Documento Preliminare, al fine di esprimere valutazioni preliminari in merito agli obiettivi e alle scelte della presente variante, nonché agli effetti significativi sull’ambiente e sul territorio che ne possono derivare”.

“Il percorso per la realizzazione della struttura ospedaliera – si legge nel documento facendo riferimento alla disciplina normativa in materia – comporta la necessità di una variante agli strumenti urbanistici comunali, al fine di rendere urbanisticamente conforme l’area individuata come idonea per la sua localizzazione, ovvero l’area n. 6 ‘Farnesiana’”. La variante al Psc comporta inoltre la necessità di modifica degli elaborati del Rue vigente e quindi l’esigenza di adottarne una variante e l’adozione di un Poc stralcio.

Per quanto riguarda i contenuti della medesima variante, il documento sottolinea come la macroarea destinata ad ospitare la nuova struttura ospedaliera sia individuata “a livello ideogrammatico, al fine di permettere possibili e lievi scostamenti al perimetro dell’area. Si evidenzia pertanto il carattere preliminare dell’area che in questa fase sarà sottoposta all’attenzione della conferenza di pianificazione che potrà fornire specifici contributi relativamente alla definizione del suo assetto. La perimetrazione effettiva dell’area verrà quindi rimandata alla fase di adozione della Variante al Psc, cui seguirà la conseguente modifica degli elaborati del Rue attraverso specifica variante”. Infine, si ricorda come l’area individuata per il nuovo ospedale dovrà essere tutelata dal rumore, con una relativa modifica della classificazione acustica.

Per quanto infine riguarda la presenza di vincoli o tutele sull’area, aspetti condizionanti e rispetti, derivanti dagli strumenti di pianificazione vigente a livello sovracomunale e comunale, tutti “compatibili con l’intervento”, il Documento rimanda a un’ulteriore considerazione in fase di progettazione.

Al fine della redazione della variante, il Documento Preliminare riporta le conclusioni “in merito alla compatibilità geologica ed idrogeologica per il cambio di destinazione d’uso richiesto e sulla valutazione della eventuale pericolosità sismica in funzione dei dettami di cui alla D.G.R. n. 630 del 29/04/2019.”, oltre ai contenuti principali della Valsat preliminare.

Per quanto riguarda il primo aspetto – si legge – “la relazione geologica sismica afferma che non sono emerse particolari controindicazioni di carattere geologico, idrogeologico e sismico riguardo la richiesta di cui alla presente Variante Psc: l’area è da ritenersi idonea per scopi edificatori di “Attrezzature Sanitarie Assistenziali”. In particolare, “le analisi geologiche hanno permesso di confermare che i progettati processi di urbanizzazione riguardino zone geologicamente idonee grazie alle condizioni di stabilità e consistenza elevata del substrato ghiaioso facilmente raggiungibile con il piano fondazione dei futuri edifici”, mentre si confermano, come già previsto nella Relazione geologica e sismica a corredo del Psc vigente, le prescrizioni inerenti nuovi interventi edilizi, perché siano “realizzati in modo da non alterare la funzionalità idraulica del contesto in cui s’inseriscono”.

Infine il Documento Preliminare riporta i principali contenuti della Valsat (Valutazione di sostenibilità ambientale e territoriale), che si compone di 5 fasi “concatenate e logicamente conseguenti”: 1) analisi delle componenti ambientali e degli obiettivi; 2) valutazione di coerenza degli obiettivi del Piano; 3) definizione della sensibilità ambientale e territroiale del territorio comunale; 4) valutazione di sostenibilità delle politiche/azioni di Piano e 5) monitoraggio degli effetti di Piano.

 


Luglio 2019

La Giunta Barbieri ha dato il via libera alla delibera che individua “la macroarea sita in Via Farnesiana (area n. 6) per la localizzazione del nuovo ospedale del Comune di Piacenza” e che sarà ora inviata al Consiglio comunale per la definitiva approvazione. > continua > cartina

Il Consiglio Comunale, con la Delibera n. 37, individua la macroarea sita in Via Farnesiana (area n. 6) per la localizzazione del nuovo ospedale nel Comune di Piacenza ai fini dell'attivazione dell'iter di variante urbanistica.   > tutti i documenti su Amministrazione Trasparente


Novembre 2018
Firma del Protocollo di intenti
L'intesa siglata il 13 novembre 2018 è propedeutica alla sottoscrizione dell'Accordo di programma e dà il via al percorso finalizzato all'individuazione dell'area e alla realizzazione della struttura ospedaliera.
Una tappa fondamentale nel cammino che porterà alla realizzazione del nuovo ospedale di Piacenza: la sigla del Protocollo di intenti per la promozione e la sottoscrizione dell’Accordo di programma tra Regione Emilia-Romagna, Azienda Usl, Comune e Provincia di Piacenza, che avvia il percorso finalizzato all’individuazione dell’area e alla realizzazione della nuova struttura ospedaliera.
L’intesa è stata siglata a Piacenza, nella Sala dei Teatini, al termine del convegno "Diritti alla salute - 40 anni di Servizio Sanitario Nazionale" per celebrare i 40 anni del servizio.
A firmare il Protocollo e ad illustrarne i contenuti alla stampa sono stati Stefano Bonaccini, presidente della Regione, Patrizia Barbieri, sindaco di Piacenza e presidente della Provincia, e Luca Baldino, direttore generale dell’azienda Usl di Piacenza. Presente anche l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Sergio Venturi. > protocollo


Febbraio 2017
Rigenerazione delle aree militari e nuovo ospedale
Accordo tra Ministero della Difesa, Agenzia del Demanio, Regione Emilia-Romagna, Comune e Azienda USL di Piacenza per la riqualificazione urbana della città senza nuovo consumo di suolo > approfondimenti