DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Stati generali della ricerca Piacenza

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Ricerca veloce
Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / temi / sviluppo economia lavoro / sviluppo / Tecnopolo

Casino Mandelli - Tecnopolo

Dopo il lavoro di recupero dell'edificio storico, da gennaio 2016 il tecnopolo accoglie la sede piacentina di Rse Spa (Ricerca sul Sistema Energetico) e, nell’ambito del Tecnopolo di Piacenza, il laboratorio Musp (Macchine utensili e Sistemi di produzione).

I tecnopoli sono infrastrutture dedicate alla ricerca industriale e tecnologica disclocate in 10 sedi nella regione Emilia Romagna: Piacenza, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma, Ferrara, Ravenna-Faenza, Forlì-Cesena, Rimini.
Per la realizzazione del tecnopolo piacentino è stato recuperato l’intero complesso immobiliare Casino Mandelli, di proprietà del Comune, per creare un centro di ricerca costituito dal laboratorio di ricerca di RSE spa e dal Tecnopolo di valenza regionale. Il tecnopolo oggi accoglie la sede piacentina di Rse Spa (Ricerca sul Sistema Energetico) e, nell’ambito del Tecnopolo di Piacenza, il laboratorio Musp (Macchine utensili e Sistemi di produzione).
I lavori di recupero dell'edificio storico sono stati realizzati d’intesa con la Soprintendenza ai Beni Storici e Artistici di Parma e Piacenza.

I dettagli dei lavori >

RSE

La realizzazione e la caratterizzazione di nuovi materiali per la generazione pulita, flessibile e affidabile di energia elettrica, lo studio di materiali per l’accumulo di energia con modalità economicamente sostenibili e la costruzione di componenti di altissima efficienza per la produzione di energia da fonti rinnovabili sono le principali attività di ricerca che RSE – Ricerca sul Sistema Energetico – ha sviluppato nel corso degli anni e implementerà in futuro nei suoi laboratori di Piacenza.
Nel nuovo centro di ricerca, che si sviluppa complessivamente su un’area di 9.300 metri quadrati, di cui oltre 3.000 saranno destinati a campo sperimentale per generazione solare, operano oltre 40 fra tecnici e ricercatori. La superficie coperta complessiva è di 2.200 metri quadrati, dei quali 1.460 per laboratori e locali tecnologici.

Nei nuovi laboratori RSE di Piacenza si utilizzano già oggi attrezzature innovative e infrastrutture come camere bianche, oltre a impianti e apparecchiature ad altissima tecnologia come il laboratorio per la crescita epitassiale MOCVD e il laboratorio di fotolitografia. Strutture utilizzate per la produzione e caratterizzazione di celle fotovoltaiche a concentrazione che già oggi hanno rendimenti del 36% per la produzione di energia elettrica, che potrà crescere sino al 47% grazie al recente lancio del nuovo progetto europeo CPVMatch, sviluppato in collaborazione con Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems (ISE). A Piacenza RSE studierà e svilupperà anche sorbenti solidi per la produzione di biometano, materiali innovativi per l’accumulo di energia e materiali ceramici per la microcogenerazione ad alta efficienza.

MUSP

Il Tecnopolo di Piacenza ospita il Laboratorio MUSP, centro di eccellenza nella ricerca applicata nel settore delle macchine utensili, nella formazione e nel supporto alle aziende del settore per sostenerne la competitività e l’innovazione tecnologica.  
La nuova sede del Laboratorio MUSP ospiterà attività di ricerca avanzata nel campo dell’ high performance manufacturing e del manifatturiero ad alta efficienza energetica.
Il tecnopolo costituisce un esempio di come saranno gli insediamenti industriali del futuro con una struttura energeticamente auto sostenibile.
La struttura, che ospiterà anche Start Up (con particolare riferimento a quelle che derivano dalle ricerche in corso presso il laboratorio), dispone di  soluzioni energetiche altamente sostenibili: dai pannelli fotovoltaici sul tetto del capannone del Laboratorio MUSP alla predisposizione di un impianto geotermico per il riscaldamento composto da due pozzi posizionati di fianco al capannone e due di fianco alla villa.
Il Laboratorio MUSP ospiterà attività di ricerca applicata con:

  • partner industriali: Amada Engineering Europe, Capellini, Jobs, Mandelli, MCM, Pama, Sandvik;
  • associazioni: Camera di Commercio-Piacenza, Confindustria-Piacenza, UCIMU-Sistemi per produrre;
  • università: Politecnico Di Milano e Università Cattolica del Sacro Cuore-Piacenza;
  • istituzioni: Comune di Piacenza, Provincia di Piacenza e Fondazione di Piacenza e Vigevano.

 


Il LEAP, uno dei due centri di ricerca del Tecnopolo cittadino, a 10 anni dall'inizio della sua attività, arriva nella sua nuova sede rinnovata, l’Ex Officina Trasformatori della vecchia Centrale Emilia, sulle rive del Po.