DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / temi / sociale / Contributi e agevolazioni economiche / salute e disabilità / Assegno di cura per adulti con disabilità

Assegno di cura per adulti con disabilità

L'assegno di cura è un sostegno economico destinato alle persone in situazione di handicap grave o alle famiglie disponibili a mantenere la persona con disabilità nel proprio contesto familiare.

Non è un servizio erogato a domanda individuale, ma una delle possibili risposte della rete dei servizi socio-assistenziali integrati, all'interno di un progetto personalizzato a favore del disabile e come alternativa ad un ricovero assistenziale.

A chi si rivolge
L'intervento è rivolto a persone di età compresa tra i 18 e i 64 anni riconosciute in situazione di handicap grave, residenti nel comune di Piacenza. I requisiti d'accesso relativi alla condizione economica sono determinati dall'Isee sociosanitario riferito al nucleo familiare, il cui valore non deve essere superiore a 34mila euro annui.

Come e quando fare richiesta
Il responsabile del caso valuta la condizione di bisogno assistenziale della persona disabile e ne verifica il possesso dei requisiti d'accesso. Qualora ritenga che all'interno della rete dei servizi l'assegno di cura possa rappresentare uno strumento utile ad affrontare le difficoltà e possa essere alternativo al ricovero, formula la proposta del programma assistenziale personalizzato in accordo con il disabile oppure con la sua famiglia o le persone di riferimento.

La proposta viene quindi sottoposta all'Unità di Valutazione Multidimensionale Disabili e, in caso di valutazione positiva, la domanda viene collocata nella lista d’attesa.
Gli assegni di cura vengono erogati sulla base e nei limiti delle risorse annualmente destinate ai servizi per la non autosufficienza, preliminarmente alla sottoscrizione di un accordo con i destinatari del contributo medesimo.

Entità del contributo
L’entità del contributo varia in relazione alla gravità della condizione di non autosufficienza e non autonomia della persona disabile, alle sue necessità di cura e alle attività di assistenza garantite direttamente dalla famiglia.

Altre informazioni
Oltre all'assegno di cura, è prevista l’erogazione di un contributo economico aggiuntivo pari a 160 euro mensili. Tale contributo supplementare viene concesso se in possesso dei seguenti requisiti:

- utilizzazione, per il lavoro di cura, di assistenti familiari con regolare contratto per almeno 20 ore settimanali;
- condizione economica valutata in base all’Isee estratto del solo beneficiario non superiore a 15mila euro annui.

Tale contributo non è rapportato all’intensità del livello assistenziale e viene concesso dietro attestazione della contrattualizzazione del rapporto di lavoro con l’assistente familiare.

Per saperne di più

Informasociale e polo disabilità caad via XXIV Maggio

torna alla homepage della sezione Informasociale
Sportello di orientamento ai servizi socio-sanitari