DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / temi / sociale / Contributi e agevolazioni economiche / salute e disabilità / Mobilità casa-lavoro per persone con disabilità, aperto il bando

Mobilità casa-lavoro per persone con disabilità, aperto il bando

Fino al 16 marzo 2020 sarà possibile presentare domanda di contributo a sostegno della mobilità verso e dal luogo di lavoro per spese di trasporto personalizzato sostenute nel 2019.

A chi si rivolge

Il contributo può essere richiesto dalle persone in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenza nel Comune di Piacenza;
  • certificazione di handicap in base alla legge 104/1992 (non è richiesta la gravità dell'handicap) e/o di certificazione di invalidità ai fini del collocamento mirato in base alla legge 68/1999;
  • lavoratori con contratto a tempo indeterminato o determinato; sono ammesse anche persone con disabilità inserite in tirocini formativi;
  • aventi necessità di trasporto personalizzato verso e dal luogo di lavoro in caso non sia garantita la raggiungibilità con mezzi pubblici adeguati e/o compatibili con gli orari di lavoro.



Come e quando fare domanda
Al modulo di domanda (scaricabile a fondo pagina) debitamente compilato e sottoscritto è necessario allegare:

    - fotocopia del documento d'identità;

      - fotocopia della documentazione attestante la regolare presenza sul territorio italiano;

        - fotocopia del verbale di handicap (legge 104/1992) e/o della certificazione di invalidità ai fini del collocamento mirato (legge 68/1999);

          - in caso di utilizzo dei trasporti personalizzati è richiesta la documentazione relativa alle spese sostenute nell'anno 2019;

          - fotocopia del decreto di nomina dell'Amministratore di sostegno (se presente) e documento di identità dello stesso;

          - fotocopia della carta di circolazione del veicolo (in caso di utilizzo di auto privata).

             

              Entro il termine ultimo di lunedì 16 marzo 2020, le domande andranno presentate al Servizio Servizi Sociali del Comune di Piacenza (Via Taverna n.39) in una delle seguenti modalità:

              - consegna a mano presso l'InformaSociale - Polo disabilità / Caad di via XXIV Maggio n.28;

              - spedizione tramite servizio postale (raccomandata con ricevuta di ritorno), corrieri postali o agenzie di recapito debitamente autorizzate;

              - trasmissione via PEC alla casella PEC protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it;

              - consegna a mano presso l'Ufficio Protocollo Generale del Comune di Piacenza – viale Beverora n.57.


                Le domande presentate dopo la scadenza del termine sono escluse dal bando, si intendono valide le domande presentate per posta con data di partenza entro i termini risultante dal timbro postale.
                In ogni caso non verranno prese in considerazione le domande che, benché spedite nei termini, siano pervenute all’amministrazione 10 giorni dopo la scadenza del bando.

                Per informazioni e ritiro modulistica è possibile rivolgersi presso InformaSociale - Polo disabilità / Caad di via XXIV Maggio n.28 (tel. 0523.492022 mail: informahandicap@comune.piacenza.it) aperto nei seguenti giorni ed orari:
                lunedì e giovedì 8.45 - 13.00 e 15.30 - 17.30; martedì chiuso; mercoledì e venerdì 8.45 - 13.00

                 

                Altre informazioni
                Possono essere rimborsate le seguenti spese:

                • per servizi di trasporto personalizzati (es. taxi, noleggio con conducente, ecc.), effettivamente sostenute e debitamente documentate.


                Inoltre possono essere ammesse le spese sostenute da:

                • coniuge, parenti o affini fino al terzo grado, anche non conviventi;
                • associazioni di volontariato;
                • colleghi di lavoro che trasportino la persona con disabilità per gli spostamenti casa-lavoro.

                In questi tre casi si farà riferimento alla distanza chilometrica percorsa e alle tabelle Aci 2019 relative al costo chilometrico.

                 

                Erogazione del contributo
                L'ammontare del contributo sarà quantificato, in base alle risorse disponibili, in relazione alla distanza chilometrica complessivamente percorsa e al numero di domande ammissibili. Si procederà per garantire, anche in misura parziale, la copertura di tutte le richieste pervenute.
                Il contributo non potrà in ogni caso superare il limite massimo di 3.000 euro per ciascuna domanda.

                All'atto della presentazione della domanda di contributo è necessario indicare il codice Iban del conto corrente (bancario o postale) intestato o cointestato al richiedente, in caso di contributo superiore a 999,99 euro.
                Non è possibile l'erogazione del contributo su libretto postale.

                 

                Per saperne di più

                Informasociale e polo disabilità caad via XXIV Maggio

                torna alla homepage della sezione Informasociale
                Sportello di orientamento ai servizi socio-sanitari