DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / Temi / Sociale / Contributi e agevolazioni economiche / Per tutta la cittadinanza / Bando affitto 2020 - Rinegoziazione contratti di locazione

Bando affitto 2020 - Rinegoziazione contratti di locazione

Bando per la concessione di contributi per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione. Linea d'intervento 2 - Rinegoziazione contratti di locazione. Domande dal 10 agosto al 30 novembre 2020.

La Linea d'intervento 2 - Rinegoziazione dei contratti di locazione, punta a concedere contributi per tre tipologie di contratti:

  • Opzione A - Riduzione dell'importo del canone del contratto di locazione libero, concordato o transitorio, di almeno il 20% del canone originario se a canone libero o di almeno il 10% se a canone concordato. La riduzione dev'essere avvenuta dal 10 marzo 2020 e per almeno 6 mesi.
  • Opzione B - Trasformazione di un contratto di locazione libero o transitorio in contratto concordato, prevedendo una riduzione del canone di locazione. La trasformazione dev'essere avvenuta dal 10 marzo 2020.
  • Opzione C - Stipula di un nuovo contratto di locazione concordato per un alloggio sfitto alla data del 3 giugno 2020.

Per la Linea d'intervento 1 - Contributi diretti accedi alla pagina dedicata

 

1) Requisiti

Possono accedere al contributo i cittadini con i seguenti requisiti:

a) Cittadinanza

  • cittadinanza italiana
  • cittadinanza di uno Stato appartenente all'Unione Europea
  • cittadinanza di uno Stato non appartenente all'Unione Europea per gli stranieri muniti di permesso di soggiorno annuale o permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

 

b) Residenza o domicilio

  • Residenza anagrafica o domicilio nel comune di Piacenza, nell'alloggio oggetto del contratto di locazione o dell’assegnazione in godimento per il quale si richiede il contributo.

 

c) Titolarità di un contratto per un alloggio a uso abitativo

  • titolarità di contratto per un alloggio a uso abitativo per un alloggio sito nel comune di Piacenza, regolarmente registrato all'Agenzia delle Entrate. In caso di contratto in corso di registrazione presso l’Agenzia delle Entrate, sono ammessi a contributo solo i contratti con la relativa imposta pagata;
  • titolarità di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di Cooperativa con esclusione della clausola della proprietà differita;

 

d) Situazione economica

Isee ordinario o corrente del nucleo familiare per l'anno 2020 fino a 35.000 euro

 

2) Casi di esclusione e di non esclusione dal contributo
Sono causa di esclusione dal contributo le seguenti condizioni del nucleo familiare Isee

  • L'assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica (Erp)
  • Aver ricevuto nell'anno 2020 un contributo dal Fondo per l'emergenza abitativa
  • Aver ricevuto nell'anno 2020 un contributo dal Fondo per la morosità incolpevole
  • Aver ricevuto nell'anno 2020 un contributo del Fondo sostegno all'affitto ("Bando affitto 2019")
  • Aver già ricevuto la concessione del contributo nell'ambito dell'Intervento 1 - Contributi diretti


Non è causa di esclusione dal contributo l'essere già presente nelle graduatorie formulate per il Fondo sostegno all'affitto ("Bando affitto 2019"): l'assegnazione però di questo contributo fa decadere il nucleo dalla posizione della precedente graduatoria.

Non è causa di esclusione l'aver presentato domanda nell'ambito del bando Linea di Intervento 1 - Contributi diretti: nel caso di presentazione di richiesta per entrambi i bandi e l'assegnazione di entrambi i contributi, poiché non è possibile la cumulabilità degli stessi, si assicurerà la concessione del contributo più vantaggioso per il nucleo familiare, con esclusione di quello meno vantaggioso.

 

3) Graduatoria
Le domande pervenute saranno valutate secondo l’ordine di arrivo, e i contributi verranno concessi a seguito delle verifiche di correttezza e completezza delle domande fino a esaurimento dei fondi disponibili.

 

4) Entità del contributo
Il beneficiario del contributo è il locatore.

L'entità del contributo varia in base all'opzione scelta:

  • Opzione A "Riduzione dell'importo del canone di locazione" - Il contributo è pari al 70% della riduzione del canone di locazione, per un importo massimo di 2.000 euro complessivi, per almeno sei mesi.
  • Opzione B "Trasformazione della tipologia contrattuale" - Il contributo è pari al 70% della riduzione del canone di locazione calcolata sui primi 12 mesi, per un importo massimo di 2.500 euro complessivi.
  • Opzione C "Stipula di nuovo contratto concordato per alloggi sfitti" - Il contributo è pari al 50% del del canone di locazione concordato per i primi 18 mesi, per un importo massimo di 3.000 euro complessivi, relativamente a un canone concordato massimo di 700€.

 

5) Come presentare domanda
La domanda di contributo, redatta su apposito modulo, è scaricabile a fondo pagina.
È possibile presentare domanda fino a lunedì 30 novembre.

 

Le modalità di presentazione della domanda sono esclusivamente le seguenti:

  • trasmissione alla PEC all'indirizzo protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it (è possibile utilizzare anche un indirizzo e-mail ordinario)
  • lettera raccomandata A/R indirizzata a:
    Comune di Piacenza - Servizio Servizi Sociali
    via Taverna 39 - 29121 Piacenza
    indicando sulla busta “Domanda Intervento 2 Contributo Rinegoziazione Canoni”. Si precisa che farà fede la data di ricezione al Protocollo Generale.

Non è ammessa la consegna a mano.
Ogni trasmissione via mail o raccomandata A/R deve contenere una sola domanda.


Alla domanda, debitamente sottoscritta dal soggetto richiedente, devono essere allegati i seguenti documenti:

  • fotocopia del documento d'identità in corso di validità, oppure, per i cittadini di uno Stato non appartenente all'Unione Europea, fotocopia del permesso di soggiorno di durata non inferiore a un anno o del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno)
  • Nel caso di Opzione A: copia della scrittura privata registrata tra le parti che indichi entità e durata della riduzione del canone e copia del precedente contratto
  • Nel caso di Opzione B: copia del precedente contratto, oltre a copia del contratto di locazione a canone concordato ed eventuale attestazione bilaterale di rispondenza sottoscritta da un'associazione di proprietari o da un'associazione degli inquilini firmatarie dell'Accordo territoriale
  • Nel caso di Opzione C: copia del contratto di locazione a canone concordato ed eventuale attestazione bilaterale di rispondenza sottoscritta da un'associazione di proprietari o da un'associazione degli inquilini firmatarie dell'Accordo territoriale
  • fotocopia del codice Iban di un conto corrente bancario o postale o di una Postepay evolution del locatore, con fotocopia in corso di validità di un documento d'identità
  • Nel caso di titolarità di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di Cooperativa, i documenti comprovanti tale condizione
  • Nel caso di contratto in corso di registrazione, la documentazione comprovante il pagamento della relativa imposta

 

6) Altre informazioni
Per informazioni è possibile contattare i seguenti numeri telefonici:

  • Ufficio Servizi Sociali al numero 0523/492703 negli orari seguenti: lunedì e giovedì dalle ore 9,00 alle ore 12,30 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00; martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30
  • Ufficio Abitazioni ai numeri 0523/492162 – 0523/492169 negli orari seguenti: lunedì dalle 8,45 alle 13,30; mercoledì dalle ore 8,45 alle ore 13,30; giovedì dalle ore 8,45 alle ore 13,30 e dalle ore 15,30 alle ore 17,30
  • Sportello InformaSociale al numero 0523/492731 negli orari seguenti: lunedì e giovedì 9,00 – 12,30 e 15,30 – 17,30; martedì, mercoledì, venerdì 9,00 – 12,30 (dal 5 settembre anche il sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,30); al numero 0523/492022 negli orari seguenti: lunedì e giovedì 8,45 – 13,00 e 15,30 – 17,30; mercoledì e venerdì 8.45 - 13.00.
  • Sportello InformaFamiglie (a partire dal 24 agosto): ai numeri 0523/492380 - 0523/332290 negli orari seguenti: lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,30 alle ore 17,30; martedì, venerdì e sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

11/08/2020 - 05/08/2020

torna alla homepage della sezione Informasociale
Sportello di orientamento ai servizi socio-sanitari


Emergenza sanitaria Coronavirus

Modifiche all'operatività degli uffici e ad altre attività e scadenze a causa dell'emergenza sanitaria.
> maggiori informazioni