DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Stati generali della ricerca Piacenza

Ricerca veloce
Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / Argomenti / Salute / coronavirus / limitazioni / Ordinanza anti-Covid per residenze per anziani e centri diurni

Ordinanza anti-Covid per residenze per anziani e centri diurni

20/10 - Il Sindaco Patrizia Barbieri ha firmato una nuova ordinanza contingibile e urgente di contrasto alla diffusione del Covid-19 nelle strutture residenziali per anziani, nei centri diurni per anziani e disabili e nella assistenza domiciliare.

Ottobre 2020

L'ordinanza sindacale n.510 del 20/10/2020 per il contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19 ordina:

1) strutture residenziali per anziani:

- nei casi in cui le condizioni di salute psico–fisica lo consentano gli ospiti sono tenuti al regolare utilizzo delle mascherine protettive soprattutto nelle aree comuni;

- il contatto con i familiari e/o con le persone di riferimento deve essere garantito ed agevolato dalla struttura attraverso l’utilizzo di video chiamate o attraverso altre soluzioni individuate a seconda dei casi;

- la Direzione della struttura o il responsabile sanitario della stessa potranno consentire le visite dei parenti solo in caso di fine vita oppure nei casi di estrema necessità (come ad esempio nel caso in cui sia accertato un eccessivo scompenso dell’ospite derivante dalla impossibilità di relazionarsi di persona con i familiari, che ne metta in pericolo il benessere psichico). In questi casi i parenti autorizzati ad accedere alla struttura dovranno rispettare le norme igieniche e comportamentali previste dalle norme vigenti (utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e rispetto del distanziamento).

- le strutture non devono consentire le visite agli ospiti di struttura risultati positivi al COVID o in isolamento, fatte salve le situazioni di fine vita. In questo caso il visitatore dovrà indossare anche visiera/occhiali e cuffia;

- non è consentito l’accesso in struttura di visitatori esterni nel caso in cui nella stessa vi siano presenti casi positivi;

- sino a diversa disposizione, sono sospese le attività ricreative che comportino l’ingresso alla struttura di personale esterno e di volontari.

2) centri diurni per anziani e disabili:

- gli ospiti, nei casi in cui le condizioni di salute psico–fisica lo consentano, devono utilizzare le mascherine protettive soprattutto nelle aree comuni;

- è compito del centro mantenere una stabile relazione con la famiglia per monitorare qualsiasi sintomo che possa far sospettare una infezione in atto con coinvolgimento immediato del Medico di Medicina Generale ed evitando la frequenza del centro fino alla completa soluzione dei sintomi o dopo tampone negativo; nella fase di trasporto gli utenti, nel rispetto della normativa vigente, dovranno sempre indossare i dispositivi di protezione individuale e   dovranno essere accomodati rispettando le regole sul distanziamento interpersonale.

Non sarà consentita fino a diverse indicazioni la frequenza a più centri. Il personale delle strutture residenziali per anziani, dei centri diurni per anziani e disabili e quello impiegato nella assistenza domiciliare dovrà  attenersi scrupolosamente alle regole di seguito specificate:

- garantire elevata attenzione al rispetto delle norme igieniche e comportamentali che riducono il rischio di infezione sia durante l’attività lavorativa che durante la vita di relazione con particolare attenzione all’uso costante dei dispositivi di protezione individuale ed al distanziamento;

- utilizzare la mascherina FFP2 durante le attività assistenziali che prevedono un contatto ravvicinato con gli ospiti, soprattutto nel caso in cui questi ultimi non riescano ad utilizzare la mascherina protettiva a causa delle condizioni di salute psico – fisica.

Il testo completo dell'ordinanza è immediatamente eseguibile e vigente per tutto il periodo dell'emergenza.