DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Stati generali della ricerca Piacenza

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / temi / muoversi / Pums - Piano urbano della mobilità sostenibile

Piano urbano della mobilità sostenibile

Il PUMS è uno strumento di pianificazione strategica del settore dei trasporti per una nuova visione della mobilità più sostenibile.

 

 

Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) è uno strumento di pianificazione strategica del settore dei trasporti previsto dalla normativa nazionale per le città con popolazione superiore ai 100 mila abitanti.

Il percorso per realizzare il PUMS di Piacenza si è avviato ad ottobre 2018;  la proposta di Piano è prevista entro la primavera 2019, per poter poi avviare l’iter formale di adozione e approvazione secondo i tempi stabiliti dalla procedura di Valutazione Ambientale Strategica.

La Regione Emilia Romagna e la Città di Piacenza, tenuto conto delle criticità ambientali dei territori del bacino padano, assegnano un ruolo di rilievo ai PUMS come strumenti per promuovere una nuova visione della mobilità più sostenibile, attenta ai bisogni delle popolazioni e volta a rispondere alle esigenze delle attività economiche.

Il PUMS di Piacenza richiama
- le linee guida redatte in ambito europeo dal progetto Eltis, (2014)
- gli indirizzi del Ministero Infrastrutture Trasporti indicati dal Decreto Ministeriale 4 agosto 2017.

Seguendo tale approccio strategico e sostenibile, la mobilità verrà vista come un insieme armonizzato di azioni che si svilupperanno, coordinandosi, con i piani urbanistici del territorio, per far fronte alle nuove esigenze di mobilità della città.

Il nuovo approccio alla pianificazione della mobilità urbana, segna un profondo cambiamento che si caratterizza per:
  • un approccio partecipativo che coinvolge la comunità locale (cittadini e i portatori di interesse) dalla condivisione del quadro di conoscenza del settore della mobilità e dei suoi impatti alla definizione degli indirizzi del Piano;
  • un impegno concreto per la sostenibilità del settore della mobilità in termini economici, di equità sociale e qualità ambientale oltre che di sostenibilità interna al sistema stesso;
  • un approccio integrato di pianificazione che tiene conto delle politiche di settori diversi e dei livelli interistituzionali;
  • una visione chiara degli obiettivi del PUMS e della loro misurabilità;
  • una chiara rappresentazione dei costi del trasporto e dei suoi benefici, tenendo conto dei più ampi costi e benefici sociali.

Il PUMS di Piacenza promuoverà azioni di breve-medio e lungo periodo tra loro coerenti e capaci di prefigurare un modello di mobilità per la città del prossimo decennio.
Le azioni di breve periodo saranno ulteriormente dettagliate attraverso la redazione del Piano Urbano del Traffico (PUT), quale strumento di natura operativa.

Il Piano urbano della mobilità sostenibile, in coerenza con le istanze poste dalla Regione Emilia Romagna sarà accompagnato dalla procedura di valutazione Ambientale Strategica (VAS) a garanzia di un condivisione e valutazione delle scelte operate dal Piano con la comunità locale e dei decisori.

L’intero percorso, che si è avviato ad ottobre 2018 è previsto giungere alla proposta di piano entro la primavera 2019, per poter poi avviare l’iter formale di adozione e approvazione secondo i tempi stabiliti dalla procedura di Valutazione Ambientale Strategica.

Il tema della partecipazione, richiamato tra i criteri fondativi del PUMS, sarà presente sia nella fase della costruzione del Piano attraverso gli strumenti di ascolto e condivisione che in quella di elaborazione finale.
L’iter formale di adozione e approvazione del PUMS prevede infatti la pubblicazione della proposta di Piano e la facoltà da parte delle comunità locale (singoli cittadini, associazioni, operatori economici, ecc.) di avanzare osservazioni al documento presentato.
L’analisi delle osservazioni e le relative controdeduzioni permetterà alla città di disporre del documento finale di piano.

Fino al 31 gennaio è stato possibile partecipare a un questionario online su queste pagine.

Mercoledi 13 febbraio all'auditorium S.Ilario si sono riuniti i seguenti tavoli tecnici aperti ai cittadini:
  • Fruizione dello spazio pubblico e sicurezza: miglioramento della qualità e della fruizione dello spazio pubblico, realizzazione della “visione zero” verso l’azzeramento delle vittime di incidenti stradali e miglioramento della sostenibilità del sistema della mobilità;
  • Pedonalità e ciclabilità: valorizzazione delle infrastrutture ciclabili esistenti e completamento della rete ciclo-pedonale in un ottica di incremento dell’accessibilità/fruibilità del centro cittadino;
  • Logistica e trasporto delle merci: trasporto delle merci in ambito urbano e possibile riorganizzazione (criteri di accesso, agevolazioni, tecnologie, servizi a supporto), verificando quali potrebbero essere gli elementi di difficoltà e di opportunità e le condizioni di accettabilità.