DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / temi / muoversi / muoversi in bici / Guida Comuni Ciclabili - 2^edizione

Guida Comuni Ciclabili - 2^edizione

Piacenza ha ricevuto per il secondo anno consecutivo il riconoscimento di ComuneCiclabile rilasciato da Fiab, che riconosce l’impegno delle realtà attive in politiche bike-friendly e in interventi concreti per lo sviluppo di una mobilità in bicicletta.

Piacenza ha ricevuto, per il secondo anno consecutivo, il riconoscimento di ComuneCiclabile rilasciato da Fiab, “per l’impegno nella promozione e nella realizzazione di infrastrutture e politiche a favore della Bicicletta”, confermando la valutazione di 4 bike-smile – l’equivalente, a due ruote, delle stelle – ottenuta nel 2018.
La classificazione dei ComuniCiclabili è legata all’esame di decine di parametri, suddivisi in quattro macro-aree, di cui tre vengono considerate requisiti necessari per l’ammissione tra le città – quasi 130, ad oggi, di cui 27 capoluoghi di provincia – che si fregiano di questo appellativo: mobilità urbana (con particolare attenzione alle ciclabili urbane e peri-urbane, nonché agli strumenti di limitazione e moderazione del traffico e della velocità); governance, riferita alle politiche di mobilità urbana e ai servizi, nonché alla motorizzazione; comunicazione e promozione, ovvero l’attivazione di appositi strumenti e canali divulgativi, oltre all’organizzazione di eventi di sensibilizzazione. Si aggiunge poi l’ambito del cicloturismo, che analizza gli itinerari dedicati alle due ruote e le strutture alberghiere che favoriscono i ciclisti.


A novembre 2018 il Comune di Piacenza ha aderito all'iniziativa di Fiab Comuni Ciclabili, che riconosce l’impegno delle realtà attive in politiche bike-friendly e in interventi concreti per lo sviluppo di una mobilità in bicicletta.

Piacenza è presente nella Guida Comuni Ciclabili 2^edizione consultabile al seguente indirizzo

http://www.comuniciclabili.it/wp-content/uploads/2019/11/FIAB_guida_ComuniCiclabili_2edizione.pdf

La guida fornisce una serie di informazioni riguardo il grado di "ciclabilità" dei comuni aderenti (contesto territoriale, cicloturismo, mappatura delle piste ciclabili, governance, comunicazione e promozione) ed è pertanto utile strumento per aiutare le Amministrazioni a capire, anche mediante il confronto con altre realtà territoriali, se le attività a favore della mobilità ciclistica siano più o meno efficaci e cosa è possibile fare per migliorare ulteriormente.