DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Stati generali della ricerca Piacenza

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme

Contributi per progetti socio educativi

Pubblicati i bandi per contributi a favore di istituzioni scolastiche cittadine e organizzazioni del terzo settore per progetti socio educativi nelle scuole. Domande entro le ore 12 del 9 novembre.

Il Comune di Piacenza intende promuovere la realizzazione di progetti di carattere socio-educativo attraverso la concessione di contributi destinati alle Istituzioni Scolastiche e alle Organizzazioni del Terzo Settore.
(rif. DGC n. 349 del 12/10/2018 "Approvazione delle linee guida per la concessione di contributi finalizzati alla realizzazione di progetti da realizzarsi in ambito scolastico ed educativo nell'anno scolastico 2018/2019".

I contributi comunali rientrano nel Patto territoriale per la scuola tra il Comune e la Scuola, con la finalità di promuovere azioni educative globali.

I contributi sono correlati al Piano di Zona per la Salute e il Benessere Sociale triennio 2018/2020, in particolare al Programma Attuativo 2018, dell'ambito distrettuale Città di Piacenza e al progetto "Interventi di sostegno alle Scuole del Comune di Piacenza nella prevenzione e gestione delle emergenze educative", per la realizzazione del quale il Comune di Piacenza ha ottenuto un contributo da parte della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Nel corso degli anni scolastici 2016-17 e 2017-18 il Comune ha effettuato interventi di qualificazione del sistema scolastico, di prevenzione e fronteggiamento del fenomeno del disagio, della dispersione e dell'abbandono scolastico, per l'integrazione scolastica degli alunni stranieri, il contrasto del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, la promozione della cittadinanza attiva, della legalità e dei diritti per l'infanzia e l'adolescenza e il sostegno ad iniziative in tema di educazione ambientale e di promozione della salute, realizzati con bandi specifici sia per la co-progettazione che per la concessione di contributi alle scuole e agli organismi del Terzo Settore.

 

Termini e modalità di presentazione dei progetti Le domande di contributo, sottoscritte dal Legale Rappresentante e corredate della documentazione richiesta, dovranno pervenire in un plico chiuso entro e non oltre le ore 12.00 del 9 novembre 2018. Sull'esterno del plico dovrà essere riportata la dicitura "Avviso pubblico per la concessione di contributi a sostegno della realizzazione di proposte progettuali di carattere socio-educativo a favore delle Istituzioni Scolastiche" ed essere indirizzata a:
Comune di Piacenza, Servizio Servizi educativi e formativi, via Beverora n° 59, 29121 Piacenza.

Di seguito i link ai due progetti e i relativi moduli per partecipare.

 

- Avviso - richiesta contributi - Terzo Settore

Ambito di intervento per i progetti presentati dal Terzo Settore: Educazione civica alla cittadinanza attiva e alla partecipazione L'area progettuale è finalizzata a sviluppare competenze di educazione civica, a promuovere tra i ragazzi la partecipazione alla vita democratica della città, a diffondere la cultura della legalità, dei diritti e dei doveri, avvicinandoli ai processi e ai meccanismi della rappresentanza, al confronto con le istituzioni, all'ascolto reciproco, al dialogo costruttivo, stimolando le forme di protagonismo delle ragazze e dei ragazzi.

- modulo.odt

- modulo.pdf

- Avviso - richiesta contributi - Istituzioni Scolastiche

Ambito di intervento per i progetti presentati dagli Istituti Scolastici:
- a) Contrasto ai fenomeni del bullismo e cyberbullismo L'area progettuale è finalizzata a sensibilizzare gli studenti frequentanti le scuole secondarie di primo grado della città rispetto al bullismo e al cyberbullismo attraverso forme di riflessione guidata volte a far emergere il fenomeno, consentire ai ragazzi di raccontare episodi che li hanno coinvolti direttamente o indirettamente, riconoscere comportamenti che favoriscono o contrastano tale fenomeno. Tra gli obiettivi prioritari rientrano la promozione di un uso consapevole delle nuove tecnologie e dei social network e l'attivazione di interventi di contrasto ai comportamenti omofobi.
- b) Regoliamoci: condivisione delle regole tra scuola e famiglia Il progetto, rivolto alle scuole del primo ciclo, intende mettere in campo azioni volte a migliorare il rapporto tra scuola e famiglie, favorendo il coinvolgimento e la partecipazione dei genitori alla vita scolastica, per creare un'alleanza educativa.
Il benessere ed il successo scolastico degli studenti sono strettamente collegati alla partecipazione dei genitori al percorso educativo dei figli. In particolare per le famiglie degli studenti stranieri spesso il dialogo con la scuola può risultare difficoltoso: le diversità linguistiche e culturali, infatti, rischiano di diventare fonte di incomprensione, aumentando il rischio di esclusione. Il progetto intende intervenire con azioni specifiche volte a favorire l'integrazione di bambini e famiglie nel contesto scolastico.
- c) Attività di counseling nelle scuole secondarie di secondo grado L'area progettuale è finalizzata a sostenere azioni in ambito educativo che possano favorire condizioni di benessere, contrastare situazioni di disagio e favorire il successo formativo nei giovani studenti. In particolare si prevede di attivare presso gli istituti secondari di secondo grado della città l'attività di counseling educativo e psicologico rivolta prevalentemente agli studenti, ma anche in alcuni casi a genitori e insegnanti. Le attività di ascolto permettono di sopportare l'esperienza scolastica e personale degli studenti, intercettare precocemente segnali di disagio, sostenere genitori e insegnanti nella gestione di situazioni difficili, svolgere un lavoro di raccordo con i casi più gravi che richiedono una presa in carico da parte dei servizi.
- d) Miglioramento dei processi di accoglienza e inclusione degli alunni di origine straniera L'area progettuale, rivolta alle scuole primarie, è finalizzata a sostenere percorsi educativi volti a favorire l'inclusione scolastica degli alunni di origine straniera, attraverso progetti innovativi e sperimentali. Le attività proposte possono prevedere l'utilizzo di linguaggi artistico-espressivi o attività sportive e ricreative, al fine di promuovere e sviluppare forme di socialità ed esperienze di convivenza ed inclusione. I progetti possono anche riguardare percorsi didattici di educazione interculturale, che prevedano momenti di conoscenza e valorizzazione delle diverse culture, tradizioni e lingue di origine.

- modulo.odt

- modulo.pdf

Informazioni e contatti
L'avviso disponibile anche presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Piacenza, Piazza Cavalli, Cortile di Palazzo Gotico.
Per ogni informazione o chiarimento è possibile rivolgersi a:
Servizio Servizi educativi e formativi  - tel. 0523/492588 o 492769.