DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Progetto Conciliazione vita-lavoro 2020

Contributi per l’abbattimento delle rette a sostegno delle famiglie. I gestori dei centri estivi possono presentare i propri porgetti fino al 23 marzo.

Anche quest’anno i Gestori che intendono organizzare centri estivi nel territorio comunale e interessati a far parte dell’elenco distrettuale dei centri aderenti al Progetto Conciliazione vita-lavoro possono presentare i propri progetti fino al 23 marzo.

Il bando con le modalità e le condizioni per partecipare e il modulo da utilizzare sono scaricabili a fondo pagina.

 

L’iniziativa è finalizzata a sostenere la frequenza di bambini tra i 3 e i 13 anni, appartenenti a nuclei familiari con un ISEE fino a € 28.000,00 e genitori lavoratori, o in cassa integrazione o mobilità o partecipanti a misure di politiche attive del lavoro definite dal Patto di servizio, mediante assegnazione di contributi per l’abbattimento delle rette.

 

REQUISITI RICHIESTI AI GESTORI

I requisiti richiesti ai Gestori sono stabiliti dalla Regione e sono i medesimi dello scorso anno:

  • attivazione della Scia/ impegno ad attivarla attestante il possesso dei requisiti previsti dalla vigente direttiva in materia di centri estivi di cui alla delibera della Giunta regionale n. 247 del 26 febbraio 2018, come modificata con D.G.R. n. 469 del 1°aprile 2019;

  • apertura di almeno: 2 settimane consecutive, 5 giorni settimanali, 4 ore giornaliere;

  • accoglienza di almeno 20 bambini; senza discriminazioni; dei disabili certificati ai sensi della legge 104/92 in accordo con il Comune circa le appropriate modalità di intervento e sostegno;

  • erogazione di diete speciali per le esigenze dei bambini accolti;

  • elaborazione di un progetto educativo/organizzativo che contenga le finalità, le attività, l’organizzazione degli spazi, l’articolazione della giornata, il personale utilizzato;

  • documentazione attestante un'esperienza pregressa nella gestione di centri estivi di almeno una annualità.

     

    Ai Gestori verranno comunicati i nominativi degli aventi diritto e gli importi dei bonus spettanti; i Gestori dovranno applicare alle rette uno sconto di importo corrispondente al contributo per ognuno indicato; la somma verrà rimborsata al Gestore a seguito della presentazione di dettagliata rendicontazione delle frequenze effettive e della relativa istruttoria.

 

Si tratta di un contributo fino a € 84,00 a settimana, per 4 settimane, per un massimo di € 336,00 per figlio. In caso di centri con una retta settimanale inferiore a € 84,00, è possibile riconoscere il contributo per più settimane, fermo restando l’importo massimo erogabile di € 336,00 per figlio.

 

Nella seconda fase del progetto, quando sarà disponibile l’elenco dei centri (indicativamente in aprile), verrà pubblicato uno specifico Avviso rivolto alle famiglie, in cui saranno precisati le modalità e i tempi per chiedere il bonus.

ISEE 2020

Si consiglia a tutte le famiglie interessate di rivolgersi ad un CAF il prima possibile per avere in tempo utile l'ISEE 2020.

Contenuti correlati
Avviso pubblico per i gestori.pdf