DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / temi / cittadini / salute / servizi domiciliari / PiaceCare - Progetto Assistenti familiari / PiaceCare - Progetto Assistenti familiari

PiaceCare - Progetto Assistenti familiari

Un progetto sperimentale con l'obiettivo di qualificare l'offerta di servizi di cura alla persona e alla famiglia mediante l'istituzione di un registro di assistenti familiari.


Si rivolge agli assistenti familiari e alle famiglie che necessitano di assistenza al domicilio per la cura di una persona anziana o con disabilità residente nel comune di Piacenza.

     

    PER LE FAMIGLIE

        Requisiti per usufruire del servizio
        Famiglie che intendono assumere regolarmente (con contratto) un assistente familiare per la cura di una persona disabile o anziana non autosufficiente residente nel comune di Piacenza.

         

        Come e quando fare richiesta
        Le famiglie che hanno intenzione di usufruire del servizio PiaceCare possono contattare lo sportello InformaSociale.
        Verrà quindi fissato un colloquio con un'assistente sociale per la valutazione del bisogno assistenziale e successivamente verrà fornita una rosa di candidati e relativi CV.
        La famiglia si impegnerà a fornire un riscontro relativamente all'esito dei contatti avuti con gli assistenti familiari proposti.

         

              PER GLI ASSISTENTI FAMIGLIARI

                  Requisiti per l'accesso al Registro

                    • aver compiuto 18 anni di età;
                    • avere cittadinanza italiana oppure di un paese dell'Unione Europea. Per i cittadini di Stati non appartenenti alla UE o apolidi è richiesto il possesso di un regolare titolo di soggiorno valido ai fini dell'attività lavorativa oppure della ricevuta di richiesta di rilascio o rinnovo dello stesso;
                    • essere in possesso di un attestato relativo a un corso di formazione nel lavoro di cura o nell'area dei servizi sociosanitari (Dirigente di comunità, OSS...) oppure avere svolto almeno 3 anni di lavoro regolare nell'ambito dell'attività di cura (anche non continuativi) documentati attraverso contratti e/o buste paga; inoltre è richiesta una lettera di referenze di un datore di lavoro;
                    • per i cittadini UE o extra UE è necessario dimostrare un'adeguata conoscenza della lingua italiana attraverso il superamento di un test. Non necessario se la persona interessata è in grado di dimostrare di aver conseguito in Italia il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado.

                    Chi non fosse in possesso dei requisiti linguistici e/o di esperienza/competenza nell'attività di assistenza e cura della persona, potrà comunque rivolgersi allo sportello InformaSociale per essere orientato verso percorsi formativi organizzati ad hoc.

                     

                    Come e quando fare richiesta di iscrizione al Registro
                    È possibile fare domanda durante tutto l'anno, previo appuntamento, presso lo sportello InformaSociale di via Taverna, 39

                    È necessario sostenere un colloquio durante il quale verrà compilata e sottoscritta la richiesta di iscrizione al registro corredata dei seguenti allegati:

                    • documento di identità o passaporto
                    • codice fiscale
                    • curriculum vitae aggiornato
                    • permesso di soggiorno valido ai fini lavorativi o relativa ricevuta di rilascio/rinnovo
                    • attestato corso di formazione per assistenti familiari o comunque in ambito sociosanitario oppure contratti/buste paga che dimostrino di aver svolto almeno 3 anni complessivi di lavoro di cura in regola e una lettera di referenze scritta da un datore di lavoro.

                    L'assistente familiare ammesso al Registro si impegnerà ad informare il Comune circa eventuali variazioni (indirizzo, numero di telefono, disponibilità lavorativa ecc.).

                     

                    Altre informazioni
                    L'iscrizione ha durata illimitata, tuttavia resta possibile escludere o sospendere gli assistenti familiari che non rispetteranno gli impegni sottoscritti o che si troveranno in alcuni casi previsti nelle linee guida (consultabili a fondo pagina).

                     

                    Per saperne di più

                    15/10/2019 - 11/10/2019