DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Stati generali della ricerca Piacenza

Ricerca veloce
Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / Servizi / Servizi - Tributi / Tari - tassa sui rifiuti

Tari - tassa sui rifiuti

La TARI è dovuta da chi a qualsiasi titolo possiede o detiene locali e aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti urbani nel territorio comunale.

Il 30 settembre 2020 scade la prima rata TARI 2020.

Con delibera di Giunta Comunale n. 105 del 12/06/2020 la scadenza della 1^ rata TARI 2020 è

stata ulteriormente differita al 30 settembre 2020

Con delibera di Consiglio Comunale n. 27 del 30.06.2021, in considerazione del protrarsi dell'emergenza sanitaria COVID-19, sono state stabilite le seguenti scadenze di pagamento del tributo:

30 settembre: è liquidato l’acconto relativo al primo semestre per le utenze domestiche (1^ rata 2021)
2 dicembre: è liquidato l’acconto relativo al secondo semestre per le utenze domestiche (2^ rata 2021) e l’acconto relativo al primo e al secondo semestre per le utenze non domestiche (rata unica 2021).

RIDUZIONI COVID – 19
( delibera di Consiglio Comunale n. 27 del 30.06.2021)
Per l’anno 2021, in considerazione degli effetti provocati dalla pandemia da COVID-19, ossia rilevante calo dell’attività dovuto alla limitazione della libera circolazione delle persone, restrizioni e chiusure obbligatorie di diverse attività, con conseguenti riflessi sulla produzione dei rifiuti, sono stabilite riduzioni tariffarie per le utenze non domestiche regolarmente iscritte ai fini TARI.
Di seguito si specificano le riduzioni TARI riconosciute alle sotto elencate categorie tariffarie:

1. Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto- Limitatamente a:
- “Associazioni Sportive Dilettantistiche” individuate con codice ATECO 93.11 - 93.12 – 93.13 e altre “Associazioni Sportive”, riduzione 80%;
- “Scuole non statali dell'infanzia, scuole non statali primarie, scuole non statali secondarie di primo e secondo grado, asili nido privati  ed oratori”, riduzione 60%

2. Cinematografi e teatri 80%

5. Impianti sportivi 80%

6. Esposizioni, autosaloni- Limitatamente a: "Commercio al dettaglio di mobili, di articoli per l'illuminazione e altri articoli per la casa" individuati con codici ATECO da 47.59 a  47.59.99, riduzione 60%

8. Alberghi 70%

11. Uffici, Agenzie- Limitatamente a: “Agenzie viaggio/tour operator ed altri operatori turistici” individuati con codici ATECO da 79.1 a 79.90.20, riduzione 70%

13. Negozi di abbigliamento, calzature, librerie, cartolerie, ferramenta e altri beni durevoli 60%

15. Negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato 60%

17. Attività artigianali tipo botteghe: parrucchieri, barbieri, estetiste 60%

22. Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub 70%

23. Mense, birrerie, hamburgherie- Limitatamente a: “Birrerie e hamburgherie”, riduzione 70% (con esclusione quindi delle mense   individuate con cod. ATECO 56.29 - 56.29.1 - 56.29.10)

24. Bar, caffè, pasticcerie 70%

27. Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio- Limitatamente a:
- “Fiori e piante”, individuati da codice ATECO 47.76.1 e 47.76.10, riduzione 60%;
- “Pizza al taglio”, individuati da codice ATECO 56.10.2 e 56.10.20, riduzione 70%

30. Discoteche, night club 90%

 

La riscossione della TARI è gestita, per conto del Comune di Piacenza, dalla società IREN Ambiente spa.
Ufficio di riferimento:
Sportello clienti IREN – via Sopramuro n. 15 – Piacenza

IREN Ambiente spa invia l’avviso di pagamento e il modello F24 precompilato.



Chi deve pagare

Chi a qualsiasi titolo possiede o detiene locali e aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti urbani nel territorio comunale.

In particolare:
• Utenze domestiche

È tenuto al pagamento l’intestatario della scheda di famiglia anagrafica o colui che ha sottoscritto la dichiarazione iniziale o i componenti del nucleo famigliare o altri detentori.
Da giugno 2014, chi chiede il cambio di residenza dovrà presentare anche il modulo TARI, consegnandolo direttamente al Quic insieme ai moduli del cambio di residenza.
Al fine di verificare l'esattezza dei dati, occorre consegnare anche la fotocopia del codice fiscale dell'intestatario.

•Utenze non domestiche
È tenuto a pagare il titolare dell’attività o il legale rappresentante della persona giuridica o il presidente degli enti ed associazioni prive di personalità giuridica