DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Stati generali della ricerca Piacenza

Ricerca veloce
Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / Servizi / Servizi - Tributi / Occupazione spazi aree pubbliche / Passo carraio: apertura, chiusura, voltura

Passo carraio: apertura, chiusura, voltura

Apertura, chiusura, voltura e passo carraio di cantiere. Richiesta da inoltrare online o con PEC. (servizio online)

La richiesta può essere inoltrata attraverso il > servizio online oppure eccezionalmente via PEC a protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it (anche da indirizzo mail normale), previa richiesta agli uffici della documentazione da inviare.

 


Per qualsiasi informazione è possibile telefonare al numero 0523/492525 oppure inviare una email all'indirizzo info.entrate@comune.piacenza.it.
NON E' CONSENTITO L'ACCESSO AGLI UFFICI SE PRIVI DI APPUNTAMENTO.

Per informazioni specialistiche su casi particolariU. O. Mobilità - via Verdi, 30

 


L'art. 44 del regolamento del Codice della Strada definisce "passo carrabile" - "accesso carrabile" l'immissione di un'area/ strada privata su una strada di uso pubblico;
l'accesso a raso è qualsiasi accesso ad una strada, ad un fondo oppure ad un'area laterale, posto a filo con il piano stradale e che non comporta alcuna opera di modifica dell'area pubblica antistante.

Il passo carraio di cantiere ha la stessa durata del cantiere, variabile da pochi giorni fino a un massimo di tre anni.

 

 


Apertura di passo carraio e passo carraio di cantiere


DOCUMENTAZIONE

  • modulo di richiesta (con indicazione dei contatti telefonici del dichiarante e/o intermediario e indirizzi mail e/o pec);
  • documento d'identità del richiedente/dichiarante;
  • delega all'intermediario (con relativo documento d'identità) per tutto quanto concerne l'iter di presentazione, istruttoria e rilascio della concessione;
  • assolvimento di imposta di bollo da € 16,00 (utilizzando l'apposito modulo);
  • planimetria* di inquadramento della zona in scala 1:1000/1:2000;
  • documentazione fotografica
  • planimetria* quotata in scala 1:200 nelle quali si illustri:
  • a) l'esatta posizione dell'occupazione, con particolare riferimento alla sezione della sede stradale con evidenziate le misure della carreggiata, del marciapiede e/o banchine, le misure dell'occupazione e la tipologia della pavimentazione del marciapiedi; la distanza dalla intersezione più prossima; la distanza dal sistema di chiusura del passo carrabile alla carreggiata (si ricorda che eventuali cancelli o portoni dovranno essere dotati di automatismo per l'apertura o arretrati di mt.5 dal limite della proprietà pubblica);
    b) la distanza dalla intersezione più prossima;
    c) la distanza dal sistema di chiusura del passo carrabile alla carreggiata.
    Occorre indicare se il passo carrabile è a raso o se necessita di manomissione di suolo pubblico per il ripristino dello stesso.

     



    * Gli elaborati tecnici devono essere redatti e firmati da un tecnico abilitato.

    Al momento della trasmissione della concessione occorre inviare tramite la piattaforma online o tramite PEC:

    • ricevuta pagamento canone
    • assolvimento dell'imposta di bollo di euro 16,00 (mediante utilizzo dell'apposito modello);
    • deposito cauzionale (solo se è accertata la manomissione di suolo pubblico).

    A seguito della ricezione di quanto sopra, l'Ufficio trasmetterà al richiedente a mezzo pec e/o all'intermediario delegato, la concessione firmata digitalmente, da conservarsi a cura del titolare unitamente al modulo di assolvimento dell'imposta di bollo di cui sopra.


    ULTERIORI INFORMAZIONI

     

    Dal 1996 i titolari di passi carrai devono esporre il cartello indicante il numero di autorizzazione e l'anno di rilascio. Il cartello da esporre può essere acquistato presso negozi di timbri e targhe e nei negozi che vendono la segnaletica stradale in quanto è un cartello segnaletico; è importante che sia a norma del regolamento del Codice che ne prevede le dimensioni esatte. Chi non espone il cartello è passibile di sanzione amministrativa.
    Nel caso di nuova costruzione, la domanda di apertura di un passo carrabile è indipendente rispetto a quella di concessione o di autorizzazione edilizia, la quale riguarda unicamente l'apertura lasciata nei muri di cinta o altre recinzioni indipendentemente dall'eventuale realizzazione del passo carraio; va dunque richiesta autorizzazione di apertura all'Ufficio.
    I passi carrai devono essere realizzati ad una distanza minima di mt. 12 dal più prossimo incrocio. Eventuali cancelli o portoni dovranno essere dotati di automatismo per l'apertura o dovranno essere arretrati di mt. 5 dal limite della proprietà pubblica.
    Il rimborso del deposito cauzionale
    può essere chiesto, tramite apposito modulo, dopo un anno dall'effettuazione dei lavori di manomissione del suolo pubblico.



    Chiusura di passo carraio

    • modulo di richiesta con indicazione del motivo di chiusura (con indicazione dei contatti telefonici del dichiarante e indirizzi mail e/o pec);
    • documento d'identità del richiedente/dichiarante;
    • assolvimento di imposta di bollo da € 16,00 (utilizzando l'apposito modulo);
    • documentazione fotografica

     

    Occorre indicare se il passo carrabile è a raso o se necessita di manomissione di suolo pubblico per il ripristino dello stesso.
    La data di chiusura del passo carraio coincide con la data dell'atto che ne dispone la revoca.




      Voltura di passo carraio


      DOCUMENTAZIONE
      • modulo di richiesta a cura del nuovo proprietario dell'immobile al quale si riferisce il passo carraio (con indicazione dei contatti telefonici del dichiarante e indirizzi mail e/o pec);
      • documento d'identità del richiedente/dichiarante;
      • assolvimento di imposta di bollo da € 16,00 (utilizzando l'apposito modulo);
      • documentazione attestante il passaggio di proprietà (es. estratto di rogito o di pratica di successione,...)

      04/06/2021 - 27/10/2020