DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Stati generali della ricerca Piacenza

Ricerca veloce
Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / Servizi / Servizi - Ambiente / Alberi: procedura per abbattere alberi

Alberi: procedura per abbattere alberi

Abbattimento di alberature in aree private o aree di proprietà di Enti pubblici diversi dal Comune. (servizio online).


L’abbattimento di alberature in aree private o aree di proprietà di Enti pubblici diversi dal Comune è ammesso, previa S.C.I.A. o comunicazione scritta, in caso di prioritarie motivazioni di incolumità pubblica, in caso di morte della pianta e di accertati danni agli edifici o alle infrastrutture circostanti.
É ammesso altresì in caso di grave patologia, non altrimenti sanabile, sulla base della relazione di un tecnico abilitato.
In ogni caso, per non perdere la consistenza del patrimonio arboreo, all'abbattimento dovrà seguire una sostituzione compensativa da mettere a dimora anche in area verde pubblica indicata dal Comune.

DOCUMENTAZIONE:

- planimetria generale scala 1:2000 con individuazione dell'immobile in cui si intende eseguire l'intervento;
- documentazione fotografica
- relazione agronomica con l'indicazione del tipo di albero che sostituirà quello abbattuto.

Normativa:

Art. 193 (alberature di pregio), art. 197 (abbattimenti su aree pubbliche) e art. 198 (abbattimento su aree private) del Regolamento Edilizio.

Presentazione telematica della pratica con piattaforma  SIEDER
https://sieder.lepida.it

02/03/2021 - 19/11/2020

Contenuti correlati
Sportello Unico Edilizia
Tutti i servizi


Da febbraio 2021 gran parte delle pratiche comunali si fanno solo online, accedendo con Spid o con CNS.
👉 Scopri i nuovi servizi online

👉 chiedi subito spid, è facile e gratuito!

Per i cittadini che non hanno la possibilità o i requisiti per ottenere le credenziali SPID o la Carta d'identità elettronica – persone soggette a tutela, curatela o amministrazione di sostegno e persone di nazionalità extracomunitaria con permesso di soggiorno, non in possesso di un documento di identità rilasciato in Italia – sarà comunque garantito l'accesso ai servizi con i moduli cartacei. I cittadini in questione potranno per il momento continuare a presentare le proprie pratiche cartacee, previo appuntamento, agli sportelli Quic.  Anche nel caso di pratiche di carattere sociale – quali quelle per l'accesso agli alloggi Erp – verrà per il momento mantenuta la modulistica tradizionale.