DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Stati generali della ricerca Piacenza

Ricerca veloce
Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / notizie / Servizi online: Sportello telematico polifunzionale

Servizi online: Sportello telematico polifunzionale

Dal 1° febbraio 2021 è possibile gestire da casa oltre il 90% delle pratiche comunali grazie a un nuovo sportello online accessibile con Spid. Il Comune è a portata di un click.

E' operativo da lunedì 1° febbraio il nuovo sportello telematico che integra e implementa il già ampio elenco dei servizi online di cui è possibile fruire attraverso la 👉 nuova sezione Servizi.
Accessibile con le proprie credenziali Spid (👉 chiedi Spid) o Cns (carta nazionale dei servizi), lo sportellosostituisce per le pratiche in questione le consuete modalità di consegna dei documenti presso gli sportelli Quic di viale Beverora. Il nuovo sportello telematico, che diventa il punto unico di accesso per tutte le istanze trasmesse al Comune, indirizza inoltre direttamente alle piattaforme tematiche già digitalizzate.
Con la nuova piattaforma di sportello telematico polifunzionale, il Comune di Piacenza ha pressoché completato il processo di digitalizzazione della modulistica per i procedimenti amministrativi.

Lo sportello telematico digitale garantisce ai cittadini, una serie di vantaggi:

  • modalità semplici di compilazione, grazie ai dati in parte precaricati e al controllo automatico interno al modulo
  • possibilità di interrompere e riprendere successivamente la compilazione, senza perdere i dati già inseriti
  • notifica automatica di ricevimento dell’istanza e trasmissione del numero di protocollo
  • ricevimento dell’atto o provvedimento tramite e-mail
  • in funzione 24 ore al giorno, sette giorni su sette

 

Le aree tematiche coinvolte sono 17, tra cui Servizi Demografici, Ambiente, Tributi, Edilizia, Servizi scolastici, Sport e Cultura, ecc, con 151 moduli compiabili online.
Tra i più utilizzati:

  • Cambio Residenza

  • Dichiarazione Tari (legata al cambio di residenza)

  • Certificazioni storiche/stato civile

  • Certificato destinazione urbanistica

  • certificazione idoneità alloggiativa

  • Imu (dichiarazioni/Autocertificazioni)

  • Anagrafe canina

  • Manifestazioni ed eventi

  • Accesso agli atti


Spid per accedere ai servizi
Fondamentale dotarsi delle credenziali Spid, il sistema pubblico di identità digitale che consente di utilizzare, con una password univoca, non solo i servizi online forniti dal Comune, ma anche di accedere al proprio Fascicolo sanitario elettronico, ai portali di Inps e Agenzia delle Entrate, risultando inoltre necessario per fare richiesta di accesso al Cashback, a voucher quali i recenti Bonus Vacanze, Mobilità e Baby-Sitter stanziati dal Governo.
Per i cittadini che non hanno la possibilità o i requisiti per ottenere le credenziali SPID o la Carta d'identità elettronica  - persone soggette a tutela, curatela o amministrazione di sostegno e persone di nazionalità extracomunitaria con permesso di soggiorno, non in possesso di un documento di identità rilasciato in Italia – sarà comunque garantito l'accesso ai servizi con i moduli cartacei. I cittadini in questione potranno per il momento continuare a presentare le proprie pratiche cartacee, previo appuntamento, agli sportelli Quic, operativi il lunedì, martedì e giovedì dalle 8.15 alle 17, il mercoledì e il venerdì dalle 8.15 alle 13.30 e il sabato dalle 8.15 alle 12.15.
Anche nel caso di pratiche di carattere sociale – quali quelle per l'accesso agli alloggi Erp – verrà per il momento mantenuta la modulistica tradizionale.

 


Assistenza per l'uso dei nuovi servizi online
Gli operatori comunali restano comunque a disposizione, fornendo assistenza telefonica al numero 0523-492492 in determinate fasce orarie, rispondendo via mail ai quesiti e alle richieste di chiarimento, nonché – in concomitanza con l’apertura degli uffici – tramite chat, garantendo un supporto in tempo reale per la compilazione dei moduli.
Per particolari situazioni di difficoltà con le nuove tecnologie, gli operatori potranno fissare un appuntamento agli sportelli Quic.

Per fornire supporto ai cittadini che si trovano maggiormente in difficoltà nell'uso delle nuove tecnologie e nelle operazioni necessarie all'ottenimento di Spid, saranno attivate nei prossimi mesi postazioni “self” presso le sedi del Centro per le Famiglie alla Galleria del Sole, gli uffici comunali dei Servizi Sociali in via Taverna 39 e lo sportello Informasociale di via XXIV Maggio.


computerWebinar per conoscere Spid e i servizi online
Nel mese di febbraio e marzo 2021 sono stati organizzati tre webinar dal Laboratorio Aperto  nel complesso del Carmine, dove è già operativo – su appuntamento – un punto di rilascio delle credenziali Spid.

 


    Altre info utili
    Per le istanze che prevedono il pagamento contestuale alla presentazione, il sistema consente di procedere direttamente tramite la piattaforma di PagoPA.Per alcuni procedimenti in cui vengono richiesti i dati catastali (ad esempio il certificato di destinazione urbanistica), questi ultimi possono essere validati con l’apposita funzione presente sullo stesso modulo, attraverso una verifica diretta con l’Agenzia delle Entrate.  Il sistema consentirà anche di visualizzare la mappa catastale riferita ai dati inseriti.


    Il nuovo sportello telematico è un ulteriore tassello nell’ambito del progetto Smart City, in un percorso che il Comune di Piacenza ha già avviato da alcuni anni sia sotto il profilo dei servizi online, sia nella gestione delle procedure. La nuova piattaforma comporterà per il Comune la gestione totalmente dematerializzata delle procedure. Si stima che potranno essere presentate, in un anno, circa 14 mila pratiche online. La migrazione online ha determinato una riduzione del 30% dei moduli rispetto alla versione cartacea, con revisione di quelli esistenti nell'ottica di una crescente semplificazione. La digitalizzazione delle procedure ha riguardato tutti i Servizi comunali e i rispettivi uffici.

    Lo sportello telematico polifunzionale è parte di un progetto più ampio di consolidamento dello Smart Working, denominato "Il Comune smart che piace", finanziato per il 70% dalla Regione Emilia Romagna.
    Regione Emilia-Romagna


     

     

    Contenuti correlati
    servizi online
    spid
    Smart city