DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / notizie / Rinnovata la convenzione tra Comune di Piacenza e Telefono Rosa

Rinnovata la convenzione tra Comune di Piacenza e Telefono Rosa

L'accordo è volto a garantire, con il concorso dei tre Distretti sanitari del territorio provinciale, il sostegno economico ai progetti e alle strutture a tutela delle vittime di abusi.

E' stata sottoscritta  la convenzione tra il Comune di Piacenza e il Centro Antiviolenza Piacenza - Associazione “La Città delle donne”, volta a garantire, con il concorso dei tre Distretti sanitari del territorio provinciale, il sostegno economico ai progetti e alle strutture che il sodalizio presieduto da Donatella Scardi – firmataria insieme alla dirigente comunale Carolina Cuzzoni – gestisce a tutela delle vittime di abusi. L’accordo, siglato alla presenza del sindaco Patrizia Barbieri e dell’assessore alle Pari Opportunità e Servizi Sociali Federica Sgorbati, segue lo schema di Protocollo approvato nel giugno scorso, che coinvolgeva anche l’Azienda Usl, le Municipalità di Castelsangiovanni e Fiorenzuola d’Arda, dando mandato di capofila a Piacenza.

Per quanto concerne il supporto finanziario a Telefono Rosa, la convenzione assicura la copertura di una cifra annuale pari a 112 mila euro, con una ripartizione – tra i tre Comuni coinvolti –  proporzionale alla popolazione residente dei rispettivi Distretti sanitari. I fondi regionali e nazionali che si renderanno disponibili, nell’ambito delle politiche di prevenzione e contrasto alla violenza di genere, saranno destinati in primis a compensare – riducendone l’importo – le quote di risorse comunali. Qualora vi fossero delle eccedenze, saranno in ogni caso destinate all’attività della Casa Rifugio e del Centro Antiviolenza, in accordo con Telefono Rosa. L’intesa sancisce inoltre il coinvolgimento, per tutti i Comuni della provincia, nel condividere con l’associazione la progettazione e la gestione di percorsi individuali per le donne ospiti del Centro antiviolenza, comprensivi di eventuali interventi economici. Ogni Amministrazione sarà chiamata a questo impegno, con riferimento alle persone residenti nel proprio territorio.

La convenzione riepiloga anche i servizi che Telefono Rosa garantisce, gratuitamente, alle donne vittime di abusi, inclusa la reperibilità telefonica e il contatto diretto con le Forze dell’Ordine in situazioni di emergenza, nonché l’accoglienza protetta presso le proprie case rifugio, per le quali l’Amministrazione comunale ha dato mandato ad Asp Città di Piacenza di mettere a disposizione sedi adeguate. Al Centro di prima accoglienza situato sullo Stradone Farnese si aggiungono, infatti, due strutture residenziali a indirizzo secretato, per un totale di 17 posti.