Si propongono di costruire con i genitori un sistema educativo in cui essi continuino a svolgere un ruolo attivo e responsabile, nell’ottica di una reale circolarità di pensieri, saperi e azioni tesa a costruire un’alleanza educativa e una progettualità coerente e condivisa.
All’équipe educativa, costituita da personale educativo/di servizio e dal coordinamento pedagogico, è richiesta una competenza professionale alla quale è garantito un continuo aggiornamento, ma anche la responsabilità di una progettazione pedagogica in cui si evidenzi sistematicamente la coerenza tra teoria e agire quotidiano e che sia finalizzata alla costruzione e diffusione di una cultura dell’infanzia e di validi strumenti di supporto alla realizzazione delle funzioni genitoriali.
Ciò si traduce nei seguenti valori e conseguenti intenti pedagogici:

VALORI
• centralità delle relazioni e attenzione ai contesti di vita e processi di crescita
• bambino soggetto attivo nelle relazioni
• cura quale ingrediente fondamentale dell’educare nei servizi all’infanzia
• gioco come esperienza di apprendimento e comunicazione
• rispetto e valorizzazione delle differenze nei gruppi
• comunicazione, collaborazione e condivisione della progettazione educativa tra servizio e famiglie
• autoriflessività e formazione continua come atteggiamenti professionali e relazionali
• assunzione di responsabilita’ condivisa come comunità educante
•  rete tra i servizi educativi-socio-sanitari

INTENTI
• Promuovere il benessere psicofisico e il sostegno allo sviluppo delle potenzialità cognitive, affettive, relazionali e sociali di ogni bambina e bambino.
• Sostenere il processo di acquisizione di autonomia, attraverso un atteggiamento relazionale accogliente e la trasmissione di regole
• Accompagnare e dare, a ciascun bambino e bambina, l’opportunità di esprimere se stesso e sviluppare una propria identità.
• Promuovere il gioco come esperienza di apprendimento, attraverso anche l’uso continuativo di spazi ludici interni ed esterni.
• Creare un contesto educativo sicuro, in cui sperimentare relazioni positive e professionalmente preparato ad accompagnare la crescita dei bambini e delle bambine e le funzioni genitoriali delle famiglie.  
• Promuovere la riflessione e la ricerca costante, come strumenti imprescindibili per garantire la coerenza tra teorie di riferimento e prassi educative.
• Promuovere un’assunzione di responsabilità condivisa tra servizio, famiglie e comunità educante nel sostenere i processi di crescita dei bambini.
• Favorire la costruzione e il mantenimento di un clima relazionale positivo dell’organizzazione, attraverso il supporto e la supervisione del coordinamento.
• Favorire l’integrazione del singolo servizio per l’infanzia, all’interno di un sistema socio-educativo-sanitario, attraverso la funzione di supporto del coordinamento pedagogico territoriale e regionale.
• Promuovere la continuità di un percorso educativo 0-6 attraverso una maggior condivisione e co-progettazione tra i servizi educativi per la prima infanzia e i successivi gradi di istruzione.

Riferimenti normativi/ teorici
- Legge Regionale n.19, 2016
- Linee Guida Progetto Pedagogico Regione Emilia Romagna
- Progetto Pedagogico Territoriale 
- Regolamenti di accesso servizi
- Progetto Pedagogico Nidi e Edugate

Questa pagina ti è stata utile?