Salta al contenuto

Avviso per la ricerca di soggetti del terzo settore interessati alla coprogettazione di un sistema di interventi per l’inclusione dei cittadini di Paesi terzi, con particolare riferimento a giovani e famiglie, nell'ambito del progetto “A che serve avere le mani pulite se si tengono in tasca?” sostenuto dal Ministero del Lavoro e Politiche sociali nell’ambito del Fondo nazionale per le politiche migratorie 2022 – idee progettuali per l'inclusione dei Paesi terzi nelle aree urbane a maggior vulnerabilità sociale

Bando Attivo

Descrizione

Il progetto si propone di sostenere il processo di piena integrazione nella società e nella comunità locale dei cittadini di paesi terzi, con particolare attenzione alle famiglie, ai minori e ai giovani adulti. In particolare ci si propone di:

  • Favorire l’accoglienza, la frequenza e l’integrazione educativa, scolastica, sociale e sportiva di minori e dei giovani neoarrivati e cittadini di paesi terzi e prevenire la dispersione scolastica e formativa;
  • Contrastare il ritiro sociale dei giovani, il sentimento di inadeguatezza sociale e il rischio di devianza che può colpire in modo particolare gli adolescenti in equilibrio tra due mondi;
  • Ridurre il rischio di emarginazione delle famiglie straniere, in particolare delle madri neo immigrate e/o con percorsi di bassa scolarizzazione nel paese d’origine;
  • Implementare la rete di servizi esistenti, per raggiungere un numero più ampio di destinatari, attraverso iniziative socio-educative e sportive volte alla prevenzione del disagio e contrasto alle povertà culturali-educative;
  • Favorire l’integrazione sociale e lavorativa di giovani adulti provenienti da paesi terzi, generazione 1.75/1.50, comprendendo anche giovani di seconda generazione che possono rappresentare un “ponte” tra le comunità di origine e il paese di accoglienza, attraverso una valorizzazione delle competenze personali e del percorso scolastico compiuto in Italia.

Coerentemente con le linee della convenzione sottoscritta tra il Comune di Piacenza e il Ministero del Lavoro e Affari Sociali, destinatari diretti delle azioni devono essere cittadini di paesi terzi. Nelle attività di progetto possono essere coinvolti altri cittadini con background migratorio, o cittadini italiani utenti dei servizi nei casi in cui sia desiderabile garantire un mix di utenza, ma solo i cittadini di paesi terzi possono essere conteggiati al fine di definire e monitorare l’utenza delle attività oggetto di finanziamento.

>>> leggi il bando completo e scarica la documentazione

Tipologia del bando
Altri bandi e avvisi
Destinatari del bando

tutti

Ente erogatore
Comune di Piacenza

Tempi e scadenze

18
nov/22
Data di pubblicazione
07
dic/22
12:00 - Scadenza dei termini per partecipare al bando

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

21-11-2022 17:11

Questa pagina ti è stata utile?