DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / Comune / stampa / comunicati / Un sabato alla Passerini Landi. Visita guidata e presentazione di un libro

Un sabato alla Passerini Landi. Visita guidata e presentazione di un libro

Ufficio Stampa del Comune di Piacenza - 28 novembre 2019

Appuntamento alla Biblioteca Passerini Landi, sabato 30 novembre, per diverse iniziative culturali.

Alle 11, con ritrovo all’ingresso di via Carducci 14, visita guidata gratuita al complesso di Palazzo S. Pietro, di cui verranno approfonditi la storia e le peculiarità architettoniche, ripercorrendo anche l’avvio e l’evoluzione dei servizi bibliotecari, nonché dei fondi librari che vi sono custoditi. L’itinerario sarà occasione anche per una tappa al Salone monumentale, dove è allestita la mostra “Absorta est mors in victoria”, dedicata agli opuscoli di necrologio della Grande Guerra conservati nella collezione Lombardi e presso la stessa Passerini Landi. Sarà proprio il curatore, Filippo Lombardi, a illustrare l’esposizione.

Alle 17, il Salone monumentale ospiterà invece la presentazione del libro di Enrico Iviglia “Ad alta voce. Storia di un ragazzo diventato tenore”, edito da Letteratura Alternativa. Elisabetta Rausa introdurrà l’incontro con l’autore, astigiano, diplomato al Conservatorio di Torino, attualmente impegnato in un percorso di studi con il tenore Jorge Ansorena dopo aver approfondito, con il tenore Raul Gimenez, il repertorio rossiniano. Dal 2005, quando ha frequentato l’Accademia del Rossini Opera Festival di Pesaro e ha vinto il concorso “Alfano” a Sanremo, nonché la 60° edizione del “Belli” di Spoleto, ha cantato nei principali teatri italiani ed europei, diretto da Maestri tra cui Abbado e Campanella, nonché Del Monaco e Ronconi tra i registi.

Nel libro, racconta i suoi primi quarant’anni tra ricordi d’infanzia, aneddoti teatrali, successi e insuccessi: un diario che, dalle prime esperienze in coro sino al debutto alla Scala, non tralascia le difficoltà e l’esperienza dura del bullismo, narrando il percorso emotivo e di crescita che, sin da bambino, lo ha visto seguire la propria strada, nonostante le numerose salite.