DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / Comune / stampa / comunicati / La 5° C del liceo Gioia relatrice alla fiera Ecomondo insieme a Ceas Infoambiente

La 5° C del liceo Gioia relatrice alla fiera Ecomondo insieme a Ceas Infoambiente

Ufficio Stampa Comune di Piacenza - Comunicato stampa - 15 novembre 2019

Nei giorni scorsi, la classe 5° Scientifico C del Liceo Gioia ha partecipato, intervenendo al tavolo dei relatori, al convegno “Qualità dell’aria nel bacino padano. L’alleanza tra istituzioni e cittadini nell’era dei new-media”, organizzato dalla Regione Emilia Romagna in collaborazione con Art-ER, nell’ambito della fiera Ecomondo a Rimini.

La classe è stata accompagnata dal docente Franco Marzaroli e dall’architetto Alessandra Bonomini, coordinatrice del Ceas Infoambiente del Comune di Piacenza, che collabora da anni su questi temi con il Liceo Gioia e che ha segnalato l’esperienza piacentina ai referenti del progetto europeo LIFE PREPAIR (Po Regions Engaged to Policies of AIR), promotori dell’evento regionale.

Gli studenti piacentini, rappresentati dai portavoce Manuela e Dario, hanno ricevuto i complimenti del pubblico, particolarmente numeroso, e degli altri relatori, per aver portato avanti un progetto pluriennale (dalla 1° alla 5° classe) dedicato al tema della mobilità sostenibile, esplorato nei diversi aspetti di approfondimento scientifico – inquinamento dell’aria, salute, qualità urbana – e per aver messo in pratica un serio e coerente impegno, a livello personale come a scuola. I ragazzi hanno ripercorso la loro esperienza, illustrando alcune delle attività svolte e quelle in corso: dalla gita in treno a Friburgo portando le proprie biciclette (con ulteriore trasferta a Strasburgo, pedalando anche sotto la neve), all’organizzazione del convegno in due giornate nel marzo scorso, dalla partecipazione come rilevatori al Giretto d’Italia e all’indagine sulla mobilità casa-scuola, fino alla proposta di soluzioni strategiche per lo spazio antistante al liceo e su una più ampia scala urbana.

Anche il viaggio verso Rimini è stato occasione di lavoro collettivo e individuale per il progetto PON “Educazione al paesaggio”, che la classe sta svolgendo nel mese di novembre sul sottotema “progettare visioni e azioni per i paesaggi della mobilità dolce”.