DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Stati generali della ricerca Piacenza

Ricerca veloce
Strumenti personali
This is SunRain Plone Theme
Tu sei qui: Home / Amministrazione / Stampa / comunicati / Furto in negozio di abbigliamento, la pattuglia appiedata in via XX Settembre recupera la merce e denuncia il responsabile

Furto in negozio di abbigliamento, la pattuglia appiedata in via XX Settembre recupera la merce e denuncia il responsabile

Ufficio Stampa del Comune di Piacenza - 26 febbraio 2021

Nel pomeriggio di martedì 23 febbraio, una pattuglia della Polizia Locale a presidio del centro storico ha arrestato, durante il servizio appiedato in via XX Settembre, un uomo appena uscito da un negozio di abbigliamento, dove aveva sottratto due capi del valore complessivo di 80 euro.

All’esterno dell’esercizio commerciale, ubicato proprio in via XX Settembre, l’uomo ha incrociato gli agenti che, dopo un breve inseguimento a piedi, lo hanno bloccato, recuperando gli abiti rubati di cui aveva tentato di liberarsi gettandoli in un contenitore dei rifiuti. I capi sono stati immediatamente restituiti al responsabile del punto vendita, mentre il giovane, privo di documenti, è stato accompagnato in Questura per l’identificazione con fotosegnalamento e il successivo deferimento alla Procura della Repubblica di Piacenza. Per il 36enne di nazionalità marocchina, residente in città, è scattata la denuncia a piede libero per furto aggravato.

“Ringrazio gli agenti per il tempestivo intervento – sottolinea l’assessore alla Sicurezza Luca Zandonella – reso possibile dal costante presidio del territorio ad opera della Polizia Locale. In particolare, si dimostra ancora una volta l’importanza delle pattuglie appiedate, che questa Amministrazione ha voluto incrementare sia per dare un segnale di vicinanza ai cittadini, sia per favorire la rapidità degli interventi in situazioni come questa”.

26/02/2021 - 31/12/2020

Emergenza sanitaria Coronavirus

attenzione Modifiche all'operatività degli uffici a causa dell'emergenza sanitaria in corso. Privilegiare l'utilizzo dei servizi online > maggiori informazioni