DESTINAZIONE TURISTICA EMILIA

Tu sei qui: Home / Comune / Anagrafe e stato civile / residenza / attestato soggiorno / Attestazione di regolarità del soggiorno per cittadini comunitari

Attestazione di regolarità del soggiorno per cittadini comunitari

ResidentI in Italia da meno di cinque anni.

Ufficio a cui rivolgersi:
Quic - viale Beverora, 57
Documentazione

  • Documento d'identità
  • modulo
  • n. 2 marche da bollo

  • Se soggiornante per motivi di lavoro subordinato:
  • contratto di lavoro,
  • documentazione attestante l'avvenuta registrazione del medesimo presso il centro provinciale per l'impiego e/o ultima busta paga o ricevuta dei versamenti previdenziali;
Se soggiornante per motivi di lavoro autonomo:
  • iscrizione alla Camera di Commercio o ad un albo professionale o titolarità di partita IVA;
Se soggiornante per motivi di studio:
  • certificato di iscrizione ad un corso di studi riconosciuto,
  • polizza sanitaria privata con la seguente la dicitura:
    Secondo quanto previsto dalla direttiva 2004/38/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 art. 7, c. 1, lettere b) e c) e recepito dal D.Legislativo n. 30 del 06/02/2004 art. 9 c. 3 lettera b)
  • documentazione attestante la disponibilità di risorse pari a quanto previsto per l'assegno sociale stabilito per l'anno in corso;
Se famigliare a carico (coniuge o figli inferiore a 21 anni o genitori oltre i 65 anni) l'ospitante, cittadino dell'Unione, dovrà produrre:
  • documentazione del paese d'origine tradotta e legalizzata che certifichi il rapporto di parentela o di vivenza a carico (certificato di nascita con indicazione di maternità e paternità),
  • busta paga o documentazione attestante la disponibilità delle risorse economiche pari a quanto previsto per l'assegno sociale stabilito per l'anno in corso (per il 2012 5.577,00 euro),
  • copertura sanitaria;
- Altri famigliari:
  • polizza sanitaria,
  • busta paga dell'ospitante o documentazione attestante la disponibilità delle risorse economiche pari a quanto previsto per l'assegno sociale  stabilito per l'anno in corso;
- Se soggiornante per motivi religiosi (solo sacerdoti):
  • Dichiarazione del responsabile della Comunità religiosa in Italia attestante la natura dell'incarico ricoperto, vistato dalla Curia Vescovile,
  • dichiarazione del responsabile della Comunità religiosa dell'assunzione dell'onere del vitto, dell'alloggio e delle spese sanitarie se non in possesso di propria polizza sanitaria.
Tutta la documentazione va prodotta in originale ed in fotocopia


06/05/2020 - 06/03/2017

Emergenza sanitaria Coronavirus

attenzione Modifiche all'operatività degli uffici a causa dell'emergenza sanitaria in corso. Privilegiare l'utilizzo dei servizi online > maggiori informazioni