Salta al contenuto

Next Generation EU, le novità

La Commissione aggiorna il criterio di ripartizione delle sovvenzioni tra gli Stati.

Data:

14-07-2022

Argomenti
Europa
Next Generation EU, le novità

La Commissione europea ha pubblicato il 30 giugno 2022 il criterio aggiornato di assegnazione delle sovvenzioni tra gli Stati membri nell'ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza. L'articolo 11, paragrafo 2, del regolamento RRF (regolamento (UE) 2021/241) prevede che il contributo finanziario massimo per il sostegno finanziario a fondo perduto di ciascuno Stato membro venga aggiornato entro il 30 giugno 2022, tenendo conto della differenza tra la crescita del PIL reale stimata nelle previsioni economiche d'autunno 2020 e l'aggiornamento basato sui dati effettivi forniti da Eurostat. L'aggiornamento comporterà alcune modifiche riguardo alle sovvenzioni del dispositivo per la ripresa e la resilienza disponibili per gli Stati membri.

L'Italia è la prima beneficiaria, in valore assoluto, dei due principali strumenti del NextGenerationEU: il Dispositivo per la Ripresa e Resilienza (RRF) e il Pacchetto di Assistenza alla Ripresa per la Coesione e i Territori d'Europa (REACT-EU). Il solo RRF garantisce risorse per 191,5 miliardi di euro, da impiegare nel periodo 2021- 2026, delle quali 68,9 miliardi sono sovvenzioni a fondo perduto.

L’aggiornamento pubblicato dalla Commissione europea prevede per il nostro paese un totale di 69.041.782 miliardi di sovvenzioni a fondo perduto.

Per entrare in vigore, le modifiche nell'assegnazione delle sovvenzioni dovranno trovare riscontro in una decisione di esecuzione del Consiglio aggiornata per gli Stati membri interessati. La notizia sul sito del Centro Europe Direct Emilia Romagna.

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

14-07-2022 17:07

Questa pagina ti è stata utile?